X
<
>

Il Comune di Soriano Calabro

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Il prefetto Roberta Lulli ha inviato, questa mattina, la commissione di accesso agli atti al Comune di Soriano Calabro, guidato dal sindaco Vincenzo Bartone, medico di professione e già primo cittadino del popoloso centro montano delle Preserre Vibonesi, in carica dal 2019.

L’organismo, che avrà il compito di indagare sull’attività amministrativa dell’ente locale – soprattutto in materia di affidamento degli appalti, ma non solo – dovrà stabilire l’esistenza di condizionamenti ed ingerenze della criminalità organizzata tali da aver deviato il normale corso amministrativo del Comune.

Il lavoro normalmente sarà di tre mesi ma si può richiedere una proroga a seconda della mole di incartamenti da visionare.

Al termine dell’attività ispettiva, le risultanze saranno inviate al ministero dell’Interno che dovrà stabilire se vi siano gli estremi per lo scioglimento per mafia del Comune e fare richiesta al Consiglio dei ministri. In caso contrario nessuno scioglimento degli organi elettivi.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA