X

Andrea Mantella

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Il giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro, Teresa Guerrieri, ha disposto il rinvio a giudizio per nove persone tra medici, avvocati penalisti e periti di parte accusati, a vario titolo, di false dichiarazioni, false attestazioni a pubblico ufficiale, corruzione in atti giudiziari, favoreggiamento, false dichiarazioni al difensore, concorso esterno in associazione mafiosa. Tutti reati aggravati dal metodo mafioso perché avrebbero agito con lo scopo di agevolare la ‘ndrina Pardea-Ranisi attraverso la scarcerazione di un elemento di vertice, Andrea Mantella, già in precedenza esponente del clan “Lo Bianco- Barba» e poi promotore del gruppo scissionista operante su Vibo Valentia, divenuto poi collaboratore di giustizia.

(LEGGI IL SUO RACCONTO DI COME SI DIVENTA BOSS DELLA ‘NDRANGHETA)

A favore di Mantella sarebbero state redatte, secondo la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, false perizie psichiatriche tese a favorirne la scarcerazione e una più comoda detenzione nella clinica convenzionata Villa Verde.

Il processo inizierà il prossimo 9 luglio nei confronti di Andrea Mantella, di 46 anni, di Vibo; Silvana Albani (69), di Bari, medico; Luigi Arturo Ambrosio (82), di Altilia, medico, legale rappresentante della clinica “Villa Verde”; Domenico Buccomino (66), di San Marco Argentano, medico consulente tecnico della difesa; Massimiliano Cardamone (43), di Catanzaro, medico legale; Antonio Falbo (56), di Lamezia Terme; Francesco Lo Bianco (48), di Vibo; Salvatore Maria Staiano (63), di Locri, avvocato penalista, già difensore di Mantella; Giuseppe Di Renzo (46), di Vibo, avvocato penalista, già difensore di Mantella.

Per un solo capo di imputazione il medico legale Ambrosio è stato prosciolto perché già giudicato per lo stesso reato in un separato procedimento.

Lo scorso 18 novembre (LEGGI LA NOTIZIA DELL’UDIENZA) hanno scelto e ottenuto il rito abbreviato altri imputati: Massimo Rizzo (56), di Catanzaro, medico, consulente tecnico della difesa; Antonella Scalise (62), di Crotone, consulente tecnico della difesa; Mauro Notarangelo (51), di Catanzaro, medico legale; Santina La Grotteria 46 anni, di Maierato, compagna di Mantella. Per loro il rito abbreviato avrà inizio domani.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares