X
<
>

Condividi:

REGGIO CALABRIA – Si è costituito questa mattina Giuseppe Baratta, 66 anni, di Nicotera (Vibo Valentia) ma residente a Cormano, nel Milanese. Accompagnato dal proprio legale di fiducia, l’avvocato Francesco Capria, l’uomo si è presentato al carcere di Reggio Calabria dove gli è stato notificata l’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione Nuova Narcos Europea (LEGGI) nella quale è indagato per reati in materia di droga.

Nello specifico Baratta viene indicato dagli investigatori quale partecipe del presunto sodalizio criminale all’interno del quale si sarebbe reso disponibile a commerciare, in modo continuativo e sistematico, nella città di Milano, la cocaina che gli sarebbe stata «fornita dall’organizzazione criminale dei Molè».

Sempre Baratta, insieme a Giuseppe Ferraro è accusato dell’acquisito – con lo scopo di cederlo ad altri – da Antonino Pesce (classe 1993), Rocco Molè e Domenico Iaropoli, di un chilo di cocaina, che sarebbe avvenuto a Rosarno il 10 gennaio del 2019.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA