X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Sono circa una decina le persone che sarebbero state messe in isolamento preventivo in attesa di tampone in quanto colleghe di lavoro della donna di Filadelfia risultata positiva, unitamente ad altri tre componenti della propria famiglia, al Covid-19 a seguito di una visita ricevuta, la scorsa settimana, da parte di alcuni congiunti arrivati da Roma.

La decisione è stata adottata nella mattinata odierna, in via precauzionale, dalla stessa azienda (della quale per ovvi motivi di privacy non è stato fornito il nome) presso la quale è dipendente il soggetto in questione e riguarda, come detto, una decina di individui che avrebbero avuto contatti, diretti o indiretti per via degli stessi orari di lavoro, con la collega.

Dall’attività produttiva – una importante realtà del territorio vibonese nel settore alimentare con contatti anche fuori Italia – trapela tuttavia tranquillità in quanto viene messo in evidenza come normalmente vengano rispettate tutte le norme di sicurezza in materia anticovid e che la decisione di procedere all’isolamento di una piccola parte del personale è dettata da motivi strettamente precauzionali in attesa dell’esame del tampone.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares