X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

MONTEROSSO (VIBO VALENTIA) – Vera emergenza Covid-19 nella Valle dell’Angitola, nel Vibonese, con la cittadina di Monterosso Calabro che nella serata di ieri ha ufficializzato le 66 positività e la vicina Capistrano che pochi minuti fa per voce del suo sindaco Marco Martino che nonostante ancora non siano stati confermati i 2 casi sospetti ha deciso la chiusura del paese.

La situazione non è delle migliori nemmeno negli altri paesi e a San Nicola da Crissa, il medico di base Franco Arena, ha deciso di protestare per la mancata vaccinazione a tutti gli operatori sanitari chiudendo lo studio: “Visto il grave ritardo che si sta perpetrando nella somministrazione del vaccino contro il Covid-19 ai medici di medicina generale, guardia medica e pediatri – ha commentato Arena – il sottoscritto effettuando quotidianamente decine di visite ambulatoriali e domiciliari con propri dpi, da lunedì̀ prossimo chiuderà̀ il suo studio, garantendo le urgenze fino a che non riceverà̀ la sua dose. Invito a farlo pure ai colleghi, vediamo se qualcuno avrà̀ il coraggio di licenziarmi”.

Il medico di famiglia sosterrà solamente le visite per casi urgenti, un atto di provocazione per risvegliare dal torpore quel poco di sanità che ancora esiste in Calabria e nel Vibonese.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares