X
<
>

Nino Roschetti

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – «È impensabile che, durante il periodo estivo, una località turistica come Vibo Marina, con un bacino d’utenza di circa 10 mila abitanti – che raddoppia nel corso di questi mesi – rimanga di domenica senza una farmacia di turno aperta».

La denuncia arriva dal consigliere comunale di Città Futura, Nino Roschetti, nonché presidente della IV Commissione consiliare a Palazzo Razza che si occupa, tra le altre cose, anche di sanità.

L’esponente della maggioranza torna su una questione particolarmente cara ai residenti del popoloso centro costiero, vale a dire la necessità che anche le domeniche d’estate almeno uno dei due presìdi resti aperto, senza costringere la popolazione a recarsi a Portosalvo o addirittura a Vibo Valentia. Disagio che va a colpire in particolare gli anziani che non possono guidare, i cui congiunti risiedono altrove.

Ecco perché Roschetti chiede che l’Asp rimoduli i turni dei festivi almeno per questo periodo: «Entrambe le farmacie ubicate sul territorio (la “Marcellini” e la “Iorfida”) oggi, domenica 18 luglio, sono rimaste chiuse e parecchi abitanti del luogo, ma anche quelli che abitano nelle vicine frazioni di Bivona e Longobardi, sono stati costretti a recarsi a Portosalvo oppure salire nel capoluogo di provincia. Mi rendo conto che almeno per quest’ultima località il tragitto non è lungo, ma il disagio tuttavia permane, soprattutto per quelle categorie che non hanno la possibilità di spostarsi con un mezzo proprio, penso in particolare agli anziani».

Il consigliere di maggioranza, nel constatare che quello che si sta verificando «non rappresenta un unicum in quanto in diverse occasioni Vibo Marina è rimasta di domenica con entrambe le farmacie chiuse», si è rivolto all’Azienda sanitaria provinciale chiedendo che venga riorganizzato il servizio, quindi rimodulati gli orari di chiusura nei festivi, per «evitare di creare creare disservizi alle persone che risiedono nel territorio costiero del comune di Vibo Valentia».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA