X

Tempo di lettura 3 Minuti

MILETO – È botta e risposta tra il consigliere comunale di minoranza Vincenzo Scopelliti e il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, in relazione al concorso per l’assunzione di un dipendente all’ufficio tecnico comunale.

Dal canto suo il consigliere d’opposizione Scopelliti ha posto l’accento su una presunta discriminazione ai danni di ingegneri e architetti. In particolare, Scopelliti mette in discussione, tra i requisiti richiesti per l’ammissione al concorso, i titoli previsti ossia «il diploma di geometra; il diploma di perito industriale edile; il diploma di istruzione tecnica, settore tecnologico, indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio”. Mi chiedo – scrive Scopelliti – come mai a questo bando non possano partecipare ingegneri o architetti». Ciò in quanto secondo una sentenza del Tar Abruzzo «ogni qualvolta un bando di gara prescriva, per la partecipazione, il possesso del diploma di geometra, ingegneri e architetti hanno il pieno diritto di partecipare».

Quindi, per il consigliere comunale, «tale bando risulta fortemente discriminante da un punto di vista professionale per le categorie interessate». E proprio sulla base delle considerazioni esposte «abbiamo già prodotto interrogazione scritta al Sindaco ed al responsabile del procedimento perché pensiamo che il bando debba essere rivisto e corretto nella sua formulazione. Sarebbe interessante conoscere il parere in merito del presidente dell’ordine degli Ingegneri e architetti».

La replica del sindaco Giordano

Non ha tardato la replica del sindaco di Mileto, Salvatore Fortunato Giordano, per il quale non vi è «nessuna preclusione al concorso per geometra da lui menzionato vi è per gli Ingegneri e gli Architetti. Il tutto è stato ampiamente chiarito in un incontro tenutosi, ancor prima che venisse presentata l’interrogazione, con il Presidente degli Ingegneri della Provincia di Vibo Valentia Ing. Artusa, che, in seguito, ha ritenuto di presentare un’istanza congiunta con il Presidente degli Architetti».

In virtù di ciò, il primo cittadino chiarisce «che si è convenuto di specificare che anche gli Ingegneri e gli Architetti, in quanto titoli “assorbenti” la qualifica di geometra, possano partecipare al detto concorso». E per rendere pienamente operativa la decisione è stata dato «ulteriore tempo per la presentazione delle domande prorogando il bando di quindici giorni».

Tuttavia, «l’occasione mi è proficua – prosegue il sindaco – per sottolineare l’efficienza dell’azione amministrativa intrapresa da questa Amministrazione, che anziché perdersi in polemiche, affronta i problemi lasciati da altri sul tavolo, con tenacia e grande trasparenza, avendo come unico obiettivo l’interesse comune, che in questo caso coincide con l’aver creato le condizioni per una migliore organizzazione della macchina amministrativa e aver dato la possibilità a tre giovani professionisti  di vincere un posto di lavoro e dare il proprio contributo per la crescita della nostra comunità».

Sulle dichiarazioni di Scopelliti, infine, Giordano ritiene che «queste polemiche sterili si muovono in senso contrario, cercando di bloccare o quantomeno di mettere in cattiva luce iniziative importanti, come quella dei concorsi pubblici, che servono a rendere più efficiente la macchina amministrativa. Ora auguro a tutti i candidati – conclude – di affrontare con serenità i concorsi indetti dal Comune di Mileto, perché saranno concorsi veri, che si svolgeranno nella massima trasparenza e che premieranno il merito a esclusivo vantaggio e con ricadute positive sull’attività amministrativa».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares