X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

VIBO VALENTIA – Sono cinque i Comuni del Vibonese che hanno ottenuto la possibilità di ricevere i finanziamenti ministeriali nell’ambito del bando “Sport e Periferie 2020”.

Si tratta di Serra San Bruno per 698mila euro; Sant’Onofrio (699mila euro;) San Calogero (700mila euro); Mileto (678mila euro); Filogaso (700mila euro). Non finanziati invece Limbadi (700mila euro) e Zungri (687mila euro). Per un totale di poco meno di 3,5 milioni di euro.

Il bando ha previsto su tutto il territorio nazionale uno stanziamento di risorse pari a 140 milioni di euro e per le seguenti finalità: realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi finalizzati all’attività agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane; diffusione di attrezzature sportive con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti; completamento ed adeguamento di impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale ed internazionale.

Il bando era destinato a Regioni, Province-Città Metropolitane, Comuni e ai seguenti soggetti non aventi fini di lucro come: federazioni, associazioni e società sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, enti religiosi civilmente riconosciuti. Al ministero erano pervenute più di 3.300 richieste da tutta la penisola, sette, come visto, quelle dal Vibonese, cinque delle quali sono state evase positivamente. Il finanziamento è erogato sulla base di convenzioni sottoscritte tra il Capo dell’Ufficio per lo sport e il legale rappresentante del soggetto richiedente, volta a disciplinare i rapporti tra i due soggetti; l’erogazione del contributo, in ogni caso, avviene in modo frazionato in proporzione agli stati di avanzamento dei lavori, certificati dal direttore dei lavori.

Tutti i beneficiari dovranno comunque individuare la stazione appaltante per la realizzazione dell’intervento. Non si potrà procedere ad avviare le procedure di gara per l’affidamento dei lavori prima della stipula della convenzione ad eccezione di lavori urgenti certificati dal responsabile del procedimento. Nel caso di spese inferiori a quelle preventivate, le somme residue non utilizzate dovranno essere restituite, secondo le modalità stabilite nella convenzione. Al fine di monitorare lo stato di avanzamento dei progetti e la rendicontazione delle spese, l’Ufficio per lo sport si riserva di comunicare agli interessati le modalità di compilazione di “schede di monitoraggio” su apposita piattaforma, che verranno comunicate in sede di sottoscrizione della convenzione.

«Appena insediati, come Amministrazione abbiamo elaborato un progetto con l’obiettivo di attrarre risorse per riqualificare e migliorare il centro polisportivo di via San Brunone. Nella graduatoria inerente i 3.380 progetti presentati in tutta Italia, Serra ottiene uno dei primi cento punteggi. Significa avere un finanziamento attivo di 698 mila euro per rilanciare lo sport nella nostra magnifica cittadina».

Così il sindaco di Serra, Alfredo Barillari, comunica l’obiettivo raggiunto precisando che il finanziamento consentirà di innalzare la qualità dei servizi del centro polisportivo: «Questo risultato ci spinge ad impegnarci ancora di più per l’intera comunità e si aggiunge agli altri finanziamenti che, in un anno di lavoro, siamo riusciti ad ottenere per Serra».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA