X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

MILETO – «Da oggi a Mileto i percettori del Reddito di Cittadinanza lavorano in progetti di utilità comune».

Ad annunciarlo è il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, che precisa come «il dato coincide con i preparativi per la partenza prevista per il 7 ottobre della quinta Tappa del Giro d’Italia», aggiungendo che assieme all’Amministrazione comunale si è «sempre creduto che fosse necessario che chi riceve un sussidio pubblico debba dare un aiuto alla Comunità ove vive».

Detto ciò, a partire da ieri «i primi dieci lavoratori sono stati puntualmente avviati, dopo che nei mesi scorsi il Comune di Mileto prontamente ha prodotto ben 10 PUC che sono stati tutti approvati dal Ministero».

I dieci progetti riguardano i settori della pulizia delle aree pubbliche esterne, la manutenzione degli edifici e beni pubblici, l’assistenza alle persone bisognose e la cooperazione culturale con il Museo, il Parco Archeologico, le scuole e le altre istituzioni esistenti su territorio.

«Sono opportunità – scrive il sindaco – che consentono alle Amministrazioni di avere un minimo aiuto data la forte carenza di lavoratori in organico che possano interessarsi di tali problematiche e al tempo stesso consentono, a mio modo di vedere, di dare un ruolo sociale, poi apprezzato dalla Comunità, a persone che spesso non hanno mai avuto alcuna possibilità di esprimersi».

In conclusione il primo cittadino si dice «soddisfatto di questo inizio e ringrazio chi oggi si è presentato, attendendo nel prossimo futuro tutti gli altri con i quali cercheremo di creare un sistema sinergico con  evidenti ricadute positive per tutti. Ringrazio altresì le assistenti sociali del distretto che hanno diligentemente condotto i colloqui con i beneficiari e il servizio sociale comunale che ha messo in atto tale forma progettuale». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares