X
<
>

Gli studenti dell'Iis Itg-Iti di Vibo Valentia

Condividi:

VIBO VALENTIA – Indetta nell’ambito del Piano RiGenerazione Scuola del ministero dell’Istruzione, università e ricerca, si è svolta dal 3 al 5 novembre la prima edizione della Settimana nazionale della RiGenerazione.

Un appuntamento importante per lescuole, invitate a diffondere tra i più giovani, attraverso il Piano e gli eventi ad esso collegati, laconsapevolezza e la conoscenza dei temi legati alla sostenibilità e la necessità di costruire unnuovo modello sociale ed economico che superi quello attuale, nel rilancio della sostenibilità.

Il Piano, così come la settimana della RiGenerazione, ha avuto l’obiettivo di supportare i ragazzi e le ragazze alla comprensione del legame imprescindibile tra uomo e natura, al fine di renderli attori del cambiamento e della diffusione di comportamenti virtuosi anche presso gli adulti.

Attività questa che si colloca in continuità rispetto ad altre: l’evento Youth4Climate-driving ambitions; la Conferenza dei giovani sul clima e la 26a Conferenza delle Parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop26) che si terrà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre prossimi.

L’iniziativa è stata abbracciata dagli studenti dell’indirizzo Agraria dell’Iis Itg e Iti di Vibo Valentia, che guidati dalle professoresse Giovanna Cugliari e Annamaria Cichello, hanno aderito con il progetto “Realizzazione di un impianto di micro-irrigazione alimentato mediante il recupero delle acque meteoriche”, presentato in un convegno tenutosi lo scorso 3 novembre nell’aula magna della scuola, alla presenza del Reparto Carabinieri Biodiversità di Mongiana e dei tanti studenti del triennio.

Ad aprire i lavori, il vicepreside Giuseppe Gregorio Arcella introducendo tematiche di sostenibilità, riciclo, riuso e rispetto dell’ambiente. Successivamente, la studentessa Giusy Cracolici, frequentante la VA Agraria, ha esposto il progetto in ogni sua componente. Grande soddisfazione espressa dal luogotenente Domenico Minichini che sul tema della RiGenerazione ha affermato “l’importanza di rigenerare ciò che è destinato a perdersi” e presentando inoltre, il progetto Nazionale di Educazione Ambientale “Un albero per il futuro” il cui obiettivo è la creazione di un bosco diffuso sul territorio Nazionale.

L’appuntato scelto Luigi Cavallaro ha spiegato agli studenti l’importanza dell’agricoltura sostenibile, le conseguenze della deforestazione sul dissesto idrogeologico e gli effetti della desertificazione. In conclusione, la dirigente scolastica Maria Gramendola ha ringraziato e rimarcato l’importanza della RiGenerazione e dell’essere sostenibile, sottolineando la funzione educativa della scuola per ricostruire il legame fra le diverse generazioni, per insegnare che lo sviluppo è sostenibile se risponde ai bisogni delle generazioni presenti e non compromette quelle future, per imparare ad abitare il mondo in modo nuovo.

L’iniziativa dell’istituto vibonese, è stata menzionata anche sul sito Orizzonte Scuola, importante riferimento per il mondo scolastico.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA