X
<
>

La gioia della Vibonese dopo la salvezza

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – La festa in un finale paradossale. La gioia esplode al triplice fischio finale, epilogo di una sconfitta mai così bella per la Vibonese, che sfrutta i passi falsi delle avversarie, blinda la quartultima posizione in classifica e con i sedici punti di vantaggio sulla Cavese si salva per benefici regolamentari con una giornata di anticipo.

A Bisceglie, per i rossoblù, arriva una sconfitta di misura, ma la sconfitta della Cavese ed il contemporaneo pari della Paganese permettono alla Vibonese di festeggiare l’aritmetica salvezza, di garantirsi il sedicesimo posto e un vantaggio, rispetto all’ultima della classe, di almeno nove punti.

«Mai sconfitta è stata così dolce, siamo contenti, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, ci siamo salvati con una giornata di anticipo», commenta il presidente Pippo Caffo nel dopo-gara. «Ringrazio tutti, davvero tutti per l’impegno, l’abnegazione», prosegue Caffo, sorridente e con gli occhi ludici dalla gioia.

«Il futuro? Ancora è presto per parlarne, vogliamo goderci questa salvezza che rappresenta il nostro scudetto. A chi dedico questo traguardo? A noi, alla città di Vibo Valentia, a tutti gli sportivi. Per come siamo partiti, per come si è sviluppato il campionato, senza dimenticare l’emergenza Covid-19 che ci ha colpiti, questa salvezza è straordinaria, per questo voglio ringraziare tutti – chiosa Pippo Caffo – nella speranza che il futuro ci riservi meno sofferenze e, soprattutto, il ritorno del pubblico allo stadio».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares