X

Tempo di lettura 2 Minuti

FORINO (AV) – Comune chiuso, dopo il quarto caso positivo al virus, e nasce un comitato di cittadini, per farsi portavoce di tutte le preoccupazioni che si stanno diffondendo in questi giorni.
Chiuso anche l’Ufficio di Protezione civile a Via Annunziata. I cittadini hanno come canali di comunicazione prioritariamente la posta elettronica e per l’assistenza alla popolazione la possibilità di utilizzare linee telefoniche tra le quali quella della protezione civile, utenza telefonica che però corrisponde alla sede della protezione civile attualmente chiusa.
«Un’amministrazione allo sbando con chiusure a tempo indeterminato e generalizzate dopo che voci ufficiose riferiscono che l’ultima persona risultata positiva al Covid-19 potrebbe essere un consigliere comunale – dicono dal comitato-. Il Sindaco di Forino a mezzo stampa ha dichiarato che questa persona rispetto agli altri due casi positivi è più impegnata nel sociale, che ha avuto contatti solo con una parte dell’amministrazione comunale.
E’ da citare che tra quella parte dell’amministrazione comunale tra cui alcuni amministratori a cui si riferisce il Sindaco, solo un consigliere comunale, al quale va riconosciuto senso di responsabilità e correttezza istituzionale, ha comunicato di stare in quarantena con la propria famiglia e di godere di ottima salute. E gli altri? Silenzio tombale. Non si conosce il numero di quante persone sono in quarantena, di quanti sono in isolamento, di chi li controlla, di quanti ne sono in quarantena dei volontari della protezione civile che non se ne vede più traccia. Insomma – continuano dal comitato- la popolazione in questo caos istituzionale con uffici chiusi, protezione civile chiusa, amministratori assenti, non ha nessun punto di riferimento neanche nel COC (centro operativo comunale) che è stato attivato presso la sede Comunale con Uffici attualmente chiusi e con l’istituzione del numero unico per l’emergenza telefono 0825-761227 che corrisponde alla sede della protezione civile anch’essa chiusa.
In questi momenti difficili di emergenza sanitaria e sociale, ed in assenza di una guida vera e pragmatica che sappia soprattutto garantire i servizi essenziali a persone bisognose, anziani, malati, e manifestare con la propria presenza una vicinanza vera e azioni amministrative concrete per organizzare al meglio il vivere cittadino della nostra comunità, ci costringono a trasmettere tra breve un’ istanza al prefetto per i provvedimenti di propria competenza affinché intervenga per garantire a tutti i cittadini di Forino i servizi essenziali che non possono essere annullati con un avviso o un’ordinanza sindacale».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares