X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

I Carabinieri della Compagnia di Baiano, a termine di una consistente attività info-investigativa, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un pregiudicato, proveniente da un comune dell’hinterland napoletano, ritenuto responsabile di simulazione di reato.

In Baiano, militari della locale Stazione, sono intervenuti nottetempo in una delle principali vie; ciò per gli accertamenti del caso in quanto poco prima si era presentato in Caserma un 30enne denunciando di aver subito la rapina della propria autovettura: due soggetti a bordo di uno scooter, con volto travisato da caschi integrali, si sarebbero accostati intimandogli di fermarsi; minacciandolo, l’avrebbero fatto scendere dall’auto della quale se ne impossessavano.

I Carabinieri intervenuti nell’immediatezza sul luogo dei fatti, al fine di appurare la dinamica dell’evento criminoso e raccogliere elementi utili alle indagini, mediante la visione di alcune telecamere presenti in zona ed altri accertamenti specifici, avevano modo di verificare che quanto denunciano non corrispondeva al vero.

Ricostruita la dinamica dei fatti per il 30enne scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri della Stazione di Baiano finalizzate ad individuare i motivi che hanno spinto il pregiudicato a simulare la rapina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares