X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Via libera in Conferenza dei servizi al piano di caratterizzazione sull’ area di Campo Genova, nelle more dell’attuazione di nuove prescrizioni indicate dall’Arpac. La fumata bianca è arrivata a margine del confronto tenutosi ieri nella sede regionale di Collina liquorini, facendo seguito alla Conferenza dello scorso 23 aprile, quando gli Enti partecipanti avanzarono la richiesta di una serie di integrazioni necessarie al piano presentato dal Comune di Avellino.

Una nuova relazione depositata dall’Ente comunale lo scorso 5 maggio, quindi la riunione di ieri che apre la strada alle nuove indagini ambientali, sempre in contraddittorio tra Comune e Arpac che dovranno realizzarsi entro i successivi 180 giorni.

Già domani dagli uffici regionali partirà il decreto che autorizza la messa in moto del piano di verifica sulla matrice del materiale di riporto rinvenuto nella falda acquifera di Campo Genova, secondo la tecnica dei test di cessione. Un lavoro che il il sindaco Gianluca Festa conferma sarà attuato in un lasso di tempo ben inferiore a quello concesso dalla normativa, nei giorni in cui non si tiene il mercato , al fine di non fermare le attività ripartite la scorsa settimana.

Il Comune ora è chiamato ad effettuare i test di cessione sui materiali antropici che sono previsti al di sotto del piano di calpestio del piazzale di Campo Genova e capire se le analisi confermeranno o meno i dati accertati nella fase preliminare, ossia che il materiale presente, pur potenzialmente contaminato, non rappresentata pericolo per la salute umana e va solo messo in sicurezza, ma non rimosso.

Se l’esito sarà diverso gli Enti coinvolti dovranno cominciare a ragionare su un piano di completa bonifica della zona. Intanto il sindaco Festa si gode il parere favorevole incassato in Conferenza dei servizi, i cui dettagli tecnici sono stati spiegati dal dirigente regionale per le Autorizzazioni ambientali , Antonello Barretta: “L’Arpac, sempre per il principio della massima cautela, ha ritenuto assentibile il Piano di caratterizzazione dettando ulteriori prescrizioni affinché il risultato finale sia più confacente.

Dettagli tecnici, ma comunque anche Arpac ha espresso parere favorevole. Campo Genova è un’area complessa e vasta- continua Barretta – man mano che si procede si stabiliranno nuovi lavori. Sarà anche prevista una convenzione con Arpac per svolgere attività e monitorare tutto quanto accade».

Sullo sfondo la terza giornata di mercato a Campo Genova con alcuni tensioni, subito rientrate, all’arrivo dei mercatali sull’area per la sistemazione dei loro stalli che, in attesa della definizione della graduatoria di assegnazione dei posteggi, vengono assegnati in loco. Le due aree parcheggio, invece, per il numero inferiori di ambulanti che operano il martedì sono state utilizzate metà per le auto e l’altra metà per le bancarella. Una condizione work in progress che, chiaramente, chiama il Comune ad un’organizzazione più definita.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA