Tempo di lettura 3 Minuti

ARIANO IRPINO – «Trasformare una occasione dei trasporti in occasione di sviluppo». E’ questa la ricetta del delegato del Presidente della Regione Campania per le infrastrutture, on. Costantino Boffa, concludendo il convegno sulle aree interne che si è svolto ieri mattina presso il centro fieristico della Campania in contrada Casone. L’iniziativa si è svolta nell’ambito della “Fiera Gusto Mediterraneo” che è stata inaugurata appunto ieri, evento organizzato da Franco Lo Conte. Per l’occasione si è voluto dare una impronta ben definita, cioè il rilancio delle aree interne, e per creare sviluppo in queste zone è necessario realizzare infrastrutture. Un auspicio, questo che ha espresso la sen. Sandra Lonardo, presente ieri mattina alla kermesse in qualità di rappresentante del territorio sannita e Irpino in Parlamento. Pronta a combattere la battaglia per realizzare infrastrutture, secondo lei infatti, sono queste che contribuiscono a creare sviluppo e lancia l’appello agli amministratori locali ad essere uniti altrimenti si rischia di perdere una grande occasione. La sen. Lonardo auspica anche che vengano spese le somme a disposizione della Regione Campania e che si apra una stagione di dialogo tra istituzioni e livelli locali. «Non come è accaduto a me che ho presentato una interrogazione e dopo un anno ancora non ho ricevuto risposte». Non manca di lanciare una frecciata ai suoi colleghi irpini. «Ho presentato una miriade di Ddl, di interrogazioni ed emendamenti. Sapete chi ha votato contro? Sono stati i miei colleghi irpini. Eppure erano tutto emendamenti a favore di questo territorio, delle aree interne, Benevento e Avellino». Ecco perchè lancia l’appello ad essere uniti. «Io ho anche votato contro l’indirizzo del mio partito quando si è trattato di difendere il territorio». Un appello ad essere uniti è giunto anche dal sindaco di Ariano Irpino, Enrico Franza. Un invito «ad abbandonare i campanilismi». Il presidente della Commissione regionale Agricoltura, on. Maurizio Petracca, ha spiegato che la Regione i fondi messi a sua disposizione li ha spesi. Purtroppo ha dovuto farlo per mettere delle “pezze” alla gestione precedente, della Giunta Caldoro che con l’accelerazione della spesa aveva creato una situazione di rischio per molti comuni. E quindi per evitare il loro default la Regione ha speso ben oltre il milione di euro. Ma ha voluto precisare che la spesa non deve essere alta, ma corretta. Interventi tecnici da parte di Gaetano Bevere, consulente del sindaco Franza, e dell’on. Boffa. Bevere ha presentato il volume che indica “idee per un masterplan sulle aree interne della Campania. Un piano che organizzi le idee di sviluppo delle varie aree interne interessate. Perchè «La stazione Hirpinia non è più solo una ipotesi, ma è realtà. A breve si parte e in tempi rapidi si conclude». Concetto questo ripreso anche da Boffa, Bevere ha ricordato i 15 ani di lavoro e battaglie per giungere a questo obiettivo. E ha voluto ricordare l’importanza strategica di quest’area in particolare. Al centro dei corridoi europei da Nord a sud e da ovest ad est. E in cui esiste anche il tracciato della strada che da Agropoli raggiungerà Termoli. E ricorda anche che la variante di Ariano è ormai cosa certa. I Comuni devono attrezzarsi per approntare progetti concreti di sviluppo per essere all’interno di un progetto ampio, quello della stazione Hirpinia. In chiusura dei lavori Boffa ha spiegato che non è stato deciso a tavolino dal centro e poi calato sul territorio, ma si è sviluppato attraverso il dialogo con i territori. Quindi ha lanciato l’appello ai Comuni di presentare progetti validi e concreti perchè si possa avere finalmente uno sviluppo vero.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •