X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

AVELLINO- La curva dei contagi e la percentuale dei casi positivi accertati in Irpinia, ancora per un giorno continua a stare sotto l’otto per cento della media, molto distante dai numeri tragici del resto della Campania. Se questo sarà un trend non è ancora il momento di poterlo affermare con certezza, la cautela rispetto all’insidiosità del Covid è necessaria. Ma i numeri sono in discesa ovunque, partendo dalla città capoluogo.

Restano delle aree con maggiore incidenza, in particolare la Valle dell’Irno e il Vallo di Lauro. Ieri il Prefetto di Avellino ha convocato un nuovo incontro con i sindaci, in particolare dei Comuni dove si trovano Rsa e Case di Riposo, che sono il maggiore fronte sul quale sta creando preoccupazione e anche vittime il Covid. Un confronto, quello a Palazzo di Governo, in videoconferenza con il prefetto Paola Spena e i vertici dell’Asl, a cui hanno partecipato tra gli altri i sindaci di Nusco, Ariano Irpino, la commissione straordinaria di Pratola Serra e il primo cittadino di Grottolella.

E proprio nel corso della riunione è stato anche definito il quadro complessivo dei contagi all’interno della Casa di Riposo Le Bouganville. Si tratta infatti di altri due contagi su otto tamponi che erano in attesa di essere processati da parte dell’Asl di Avellino. Quindi il numero di positivi tra personale e ospiti della struttura sale a ventiquattro casi. Questi i casi di positività nell’ultimo «focolaio» registrato in una Casa di Riposo in Irpinia, la struttura «Le Bouganville» di Grottolella. Quando giovedì erano stati accertati i primi tre casi di contagio tra il personale, si era temuto di più proprio per i trentacinque ospiti. E purtroppo per ventidue di loro si è registrato il contagio.

All’appello, per completare lo screening epidemiologico, mancavano solo gli otto tamponi. Ed il primo cittadino, Antonio Spiniello, sta monitorando con attenzione l’evolversi della situazione all’interno della struttura, che è stata già isolata nella stessa giornata di giovedì. A fare il punto della situazione è stato lo stesso sindaco di Grottolella, Antonio Spiniello. «Abbiamo ricevuto nel corso del vertice in videoconferenza con la Prefettura anche i dati che avevo sollecitato all’Asl, la dottoressa Morgante ha comunicato due positività e sei negatività dei tamponi.

La situaizone p sotto controllo, fortunatamente non si registrano sintomatologie e problemi per i casi positivi. Ogni giorno c’è un contatto con i responsabili della struttura. Ovviamente dalla zona non si entra e non si esce». Se la catena dei contagi è in flessine, non si può dire altrimenti per i decessi. Anche nella giornata di ieri si sono registrate altre vittime. Tre. Quelle che fanno salire una tristissima conta, che ha già abbondantemente superato quella del primo lockown di marzo.

Al “Frangipane” sono decedute due persone positive al Covid. Si tratta di una sessantaseienne di Melito Irpino ricoverata in Terapia Intensiva, e di una ottantaquattrenne di Ariano Irpino, ricoverata in Medicina Covid.. È deceduta invece nella mattinata di ieri al Covid Hospital dell’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, una ottantaduenne originaria della provincia di Caserta e residente ad Atripalda. La donna, positiva al nuovo Coronavirus, era stata trasportata al Pronto soccorso della Città ospedaliera il 12 novembre ed era stata ricoverata in terapia subintensiva.

Le vittime irpine della seconda ondata salgono a 63. I CONTAGI La mappa dei nuovi casi emersi dai tamponi processati dall’Asl consegna un dato di 138 positivi su 1500 tamponi eseguiti nel corso delle ventiquattro ore precedenti. Sono risultati positivi al coronavirus: 1 residente nel comune di Aiello del Sabato; 4 di Ariano Irpino; 2 di Atripalda; 1 di Avella; 12 di Avellino; 1 di Capriglia Irpina; 1 di Castel Baronia; 1 di Chiusano di San Domenico; 1 di Contrada; 3 di Domicella; 3 di Fontanarosa; 7di Gesualdo; 4 di Grottaminarda; 1 di Lapio; 9 di Lauro; 3 di Lioni; 2 di Manocalzati; 3 di Marzano di Nola; 1 di Melito Irpino; 8 di Mercogliano; 4 di Monteforte Irpino; 1 di Montella; 2 di Montemiletto; 17 di Montoro; 2 di Moschiano; 1 di Mugnano del Cardinale; 5 di Pago Vallo Lauro; 1 di Prata PU; 1 di Pratola Serra; 10 di Quindici; 1 di Roccabascerana; 1 di San Martino Valle Caudina; 2 di San Michele di Serino; 1 di Santa Lucia di Serino; 1 di Santo Stefano del Sole; 1 di Savignano Irpino;1 di Serino; 2 di Sirignano; 6di Solofra; 1 di Sorbo Serpico; 2 di Sperone; 1 di Taurano; 1 di Torre Le Nocelle; 1 di Trevico; 1 di Venticano; 1 di Villamaina; 2 di Volturara Irpina. . Numeri che continuano a salire a Montoro, dove si è superata quota 260, con almeno altrettante persone in isolamento e 46 guariti. Nel Vallo di Lauro sono 31 i casi di contagio, diciannove dei quali riguardano solo Lauro e Quindici, qui sabato il drive in Asl a Moschiano .

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares