X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Aperti ufficialmente ieri mattina ad Ariano i due punti vaccinali consegnati dal Comune all’Asl che li ha allestiti. Si tratta dei locali del palazzetto dello Sport di Cardito e di altri del centro Sociale di rione Martiri. Hanno presenziato il sindaco Enrico Franza, il vice Carmine Grasso e l’assessora Veronica Tarantino, oltre il dirigente dell’Area tecnica Giancarlo Corsano, che hanno incontrato il direttore dell’Asl Maria Morgante.

Il tutto è stato reso possibile grazie all’impegno dei volontari delle associazioni locali, Panacea, Croce Rossa a Cardito e Pubblica Assistenza Vita a Martiri. Le associazioni hanno infatti messo a disposizione ambulanze e personale per affiancare quello sanitario e amministrativo dell’Asl Av ed hanno anche aiutato con i tamponi dei dipendenti comunali, la croce rossa presso il palasport e Panacea presso il centro sociale di Cardito, l’Associazione Vita preso quello di Martiri. E intanto ieri sono cominciati e continueranno anche oggi, i tamponi antigenici rapidi per i dipendenti comunali.

Questo in considerazione di alcuni dipendenti che sono risultati positivi nei giorni scorsi e che hanno indotto il sindaco a chiudere gli uffici comunali. E se ne aggiunge un altro scoperto appunto dai tamponi. Sono sei adesso i dipendenti comunali positivi, mentre bisogna registrare anche dei cluster familiari che hanno fatto balzare in avanti il numero dei contagiati in città. Si tratta di almeno cinque famiglie marito moglie e figli colpiti e che sarebbero ancora riconducibili alla festa che si è svolta in una zona rurale della città.

Comportamenti riprorevoli che hanno fatto ripiombare la comunità arianese nel timore. E meno male che il sindaco è intervenuto tempestivamente sugli uffici comunali chiudendoli e sanificando i locali. Sempre ieri è cominciata la somministrazione delle seconde dosi di vaccino anti Covid-19 per la categoria degli over 80 nei Centri di Bisaccia, Montella, Lioni, Sant’Angelo dei Lombardi, già attivati per la somministrazione delle prime dosi.

1341 le dosi somministrate nella giornata di martedì, così suddivise: 296 presso il centro di Avellino, 80 a Moschiano, 100 ad Atripalda, 104 a Montefalcione, 100 a Montoro, 104 a Mugnano del Cardinale, 339 all’ospedale di Ariano Irpino e 169 presso il centro vaccinale, ospedale Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi, 49 presso le strutture residenziali.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA