X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

SOLOFRA-Sono oltre 50mila le adesioni alla campagna vaccinale per gli over 70 già registrate nel tardo pomeriggio di ieri dalla piattaforma regionale in Campania.
Il codice di verifica, richiesto solo per validare il numero di cellulare, «arriva tramite sms – secondo quanto riferisce la Regione – entro qualche ora, compatibilmente con l’elevato numero di richieste (le risposte in automatico vengono smistate e subiscono rallentamenti inevitabili); e va digitato entro 48 ore dall’arrivo.


Le informazioni inserite non si perdono». Sempre l’unità di crisi della Regione Campania, in merito alla procedura di registrazione per i vaccini degli over 70 ha inoltre precisato: «L’adesione alla campagna vaccinale si ritiene validata sin dalla compilazione del modulo nella piattaforma regionale, indipendentemente dalla ricezione del codice.
La procedura viene quindi completata con l’sms, anche nelle ore successive, ai fini della conferma del numero di telefono indispensabile alla convocazione per il vaccino». Nella giornata di ieri, inoltre, sono già stati richiesti e consegnati oltre 30mila attestati di vaccinazione. Il link è il seguente:https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino. Sempre da ieri è possibile visionare e stampare l’attestato di vaccinazione al seguente link: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/info/cittadino.


Il problema ieri è stato sollevato, tra gli altri, dal consigliere regionale della Lega, Severino Nappi: “E’ in tilt anche il sistema per recuperare l’attestazione e questo aggrava ancor di più una situazione paradossale che invece meriterebbe la massima trasparenza ed efficienza”. Ma a proposito della piattaforma per la prenotazione, non sono poche le lamentele da parte di persone, in Irpinia, che, seppure prenotate, non sono state mai chiamate nel punto vaccinale di riferimento. È possibile che durante le operazioni di prenotazione del vaccino Covid-19 sulla piattaforma della Regione Campania, gestita da Soresa, si verifichino dei problemi.

Possono essere relativi ai dati inseriti (sbagliati, scaduti, non relativi ad una persona inserita nell’elenco da vaccinare) o ad altro tipo di questione (troppi accessi alla piattaforma, ad esempio). Sicuramente ci saranno problemi impossibili da risolvere se non con un contatto diretto con la struttura sanitaria di competenza.
Tuttavia Soresa ha messo a disposizione una serie di Faq (domande frequenti) che possono essere di non poco aiuto nella risoluzione di questioni comuni circa la prenotazione del vaccino.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA