X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

AVELLINO – “Se gli irpini hanno deciso di mettere la testa sotto i piedi di un clan salernitano sono liberissimi di farlo”.

Scuote l’orgoglio degli irpini, Stefano Caldoro, candidato governatore per le liste di centrodestra, all’hotel De La Ville battezzando le liste di Fratelli d’Italia, presenti Alessia Castiglione, Beatrice Colucci, Giovanni D’Ercole e Sergio Sorrentino e quella di Caldoro Presidente-Udc con Carmine De Angelis e Maria Vivolo, Ugo Maggio e Maddalena Di Anni.


Per Caldoro, anche se il Governatore De Luca è avanti nei sondaggi, non è una missione impossibile rimontare e vincere: “Abbiamo recuperato oltre dieci punti in due settimane, dobbiamo convincere la gente e non avere atteggiamenti padronali. Il nostro avversario che pensa di venire in Irpinia e comandare, occupare avidamente il territorio mentre noi offriamo una scelta di libertà.

Ci affidiamo ai partiti politici nazionali, ad una scelta limpida, chiara e di centrodestra e non a liste strane che non si capisce se siano civiche, di territorio o se servano solo a garantire qualche poltrona a qualche politico di turno che passa da una parte all’altra”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares