X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

“Esprimo la mia convinta solidarietà a Nicola Zingaretti sostenuto dalla certezza che tanti militanti del Pd e tantissimi italiani apprezzano il lavoro e l’impegno del nostro segretario per garantire un futuro di progresso e di benessere all’Italia”. Il primo a scrivere sulla chat nazionale del Pd è stato il commissario dei dem irpini Aldo Cennamo.

“Questo un momento – spiega al Quotidiano – in cui ci sarebbe bisogno di approfondimento politico e programmatico, di confronto e di dialettica. Il Governo è chiamato ad affrontare una emergenza forte e i partiti dovrebbero dimostrarsi responsabili e mettere da parte gli interessi dei singoli perché è in ballo la vita spessa del Paese e bisogna remare tutti nella stessa direzione”, dice Cennamo. “Non è in discussione il diritto di parola, di critica, la dialettica interna, che sono il sale della democrazia ma neppure è ammissibile una guerriglia quotidiana tra fazioni”.

Sulla stessa linea Rosetta D’Amelio, consigliera regionale alle pari opportunità dal Governatore De Luca: “A Nicola Zingaretti, cui va la mia totale solidarietà, dimostra ancora una volta di essere una persona seria, coerente e che ha sempre lavorato per garantire la tenuta del Partito Democratico e del Paese in uno dei periodi storici più difficili di sempre. Trovo assolutamente condivisibili – dice D’Amelio – le sue parole in netta contrapposizione al correntismo e alla logica delle rendite di posizione, e sono certa che l’assemblea nazionale, già convocata per il 13 marzo, respingerà le sue dimissioni”.

E ancora Franco Vittoria, componente della direzione nazionale dem: “Una persona per bene come Zingaretti non merita tutto questo. Caro Nicola ripensaci. Questo paese ha bisogno di persone serie come te. Il paese ha bisogno di Te. Ripensaci per combattere ancora insieme una battaglia di libertà”.

Per Piero De Luca, deputato Pd, figlio del Governatore Vincenzo De Luca. “L’attuale crisi sanitaria, economica e sociale causata dalla pandemia impone di concentrare tutti gli sforzi politici sul lavoro enorme che attende il Parlamento e il governo, per difendere la salute dei nostri cittadini, sostenere l’economia e preparare la futura ripartenza dell’Italia. Il Partito Democratico ha il dovere di rivolgere ogni energia su questo impegno gravoso e straordinario, abbandonando conflitti, divisioni interne o discussioni autoreferenziali. Il modo migliore per affrontare i problemi aperti è rimanere uniti. Compattiamoci dunque in questo momento difficile intorno a Nicola Zingaretti e rilanciamo la nostra azione”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares