Tempo di lettura 2 Minuti

La stella sartoriale made Irpinia d’Oriente continua a brillare nel firmamento del cinema italiano. E conquista uno dei più bravi e belli attori. Alessandro Gassmann, ora protagonista insieme a Carolina Crescentini de “I bastardi di Pizzofalcone”, veste sul set della fiction Rai con la griffe “Nelle Grandi Fauci” di Salvatore Caruso. Nella nuova serie tv, diretta da Carlo Carlei e che ha già registrato un boom di ascolti nelle prime due puntate,  Gassmann recita nei panni dell’ispettore Giuseppe Lojacono. Abiti di scena rigorosamente irpini. Per l’esattezza calitrani. Per il poliziotto interpretato dall’attore romano, figlio di Vittorio, il maker Caruso ha disegnato e confezianto un guardaroba di giacche e pantaloni. Look, frutto di un artigianato puro, nato da un nuovo concept di sartoria contemporanea battezzato “One on One”. Ideato dallo stesso Caruso e sviluppato dalla signature “Nelle Grandi Fauci”, ha sùbito sedotto e conquistato le star del piccolo schermo. “Si tratta di capi – racconta Caruso – realizzati uno ad uno, estramamente personalizzati, creando così una speciale sinergia tra chi li produce e chi li indossa. Un legame indissolubile di tradizioni, storia, persone e sentimenti”. Un mix di ingredienti sartoriali grazie a cui il brand irpino ha lasciato il suo tocco d’eleganza nel guardaroba di Raoul Bova nel film “All Roads Lead to Rome”. Ma anche in quello di Gomorra dove Caruso ha curato parte degli abiti di scena (completi eleganti, giubotti, jeans) di due dei principali protagonisiti: Salvatore Esposito (Genny Savastano) e Marco D’Amore (Ciro l’immortale). Nel palmarès degli attori cinematografici, la signature  “Nelle Grandi Fauci” ha già vestito stelle nazionali del calibro di Alessandro Preziosi, Claudio Amendola, Paolo Conticini, Giulio Scarpati, Sergio Assisi, Kaspar Capparoni, Massimo Ghini, Claudio Bisio, Massimo Ceccherini.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •