X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

SUMMONTE (AV) – Sono i ritmi di Cuba a salire alla ribalta al festival “Sentieri Mediterranei”. Ad infiammare il borgo di Summonte saranno l’8 agosto il pianista cubano Omar Sosa e il percussionista e batterista cubano Ernesttico, nel segno di un vocabolario musicale comune che deriva direttamente dalle loro radici afro-cubane, in cui si fondono sonorità tradizionali con strumenti elettronici e suoni campionati.


La loro collaborazione nascenei primi mesi del 2020, con un tour in duo nel Nord Italia, dove Ernesttico risiede. A caratterizzare i due artisti la passione per l’improvvisazione e la libertà di espressione, divertendosi e deliziando il pubblico con l’interazione spontanea della loro energia e del dialogo musicale.
Omar Sosa, compositore e pianista cubano, classe 1965, nominato sette volte ai Grammy, è uno dei jazzisti più versatili e completi della sua generazione. Capace di fondere mirabilmente un’estesa gamma di elementi jazz, di world music e di elettronica con le sue radici afrocubane, riuscendo a creare una sonorità fresca e originale, dal forte sapore latino, ma lasciando sempre grande spazio all’improvvisazione.


La carriera di Sosa incarna la mentalità aperta di un artistagiramondo (ha vissuto nel nord e nel sud America, a Cuba ed in Spagna) e visionario, che ha lavorato incessantemente per cercare di costruire una visione musicale coerente e personale, davvero cosmopolita. Un percorso scandito da una ventina di dischi da leader in circa un quarto di secolo di attività professionale. Sei gli album di piano–solo (l’ultimo, «Senses», è del 2014) ma anche magnifici duetti con il trombettista Paolo Fresu, qualche lavoro orchestrale e il Quartetto Afrocubano, interamente composto da suoi connazionali.


Ernesto Rodriguez in arte Ernesttico nasce come docente di percussioni. L’esperienza maturata in ambito accademico gli consente di cominciare una prestigiosa carriera che lo porta a collaborare con L’Avana.Orquesta Cabaret Tropicana, Emiliano Salvador, Merceditas Valdes, Guillermo Barreto, Frank Emilio,Tata Guines, Gonzalo Rubalcaba, Hilario Duran, Yoruba Andabo, Jane Bunnett, Pello El Afrokan, Sintesis, Paulo FG, Ernan Lopez Nussa.
Nel 1995 viene invitato dal cantante Pino Daniele per un tour in Italia, paese dove si stabilisce un anno dopo. Seguono collaborazioni con Jovanotti, Raf, Eros Ramazzotti, Gloria Estefan, Pat Metheny, Eric Marienthal, AlexAcuña, Laura Pausini, Daryl Jones, Giorgia, Noa, Renato Zero, Horacio El Negro Hernandez, Zucchero, per citarne alcuni.


Lo stile personale di Ernesttico si caratterizza per la ricerca di nuove forme di linguaggio, sia timbriche che ritmiche, e si basa su una combinazione di percussioni, batteria, sintetizzatori e voce. La rassegna proseguirà il 14 agosto al Campo San Giovanni con gli Emian Pagan Folk mentre il 22 agosto in piazza Matarazzo si esibirà Micol Arpa rock. Si prosegue il 29 agosto con i ritmi di Franca Masu in “Sentimento”. Il 5 settembre ancora un evento d’eccezione con Tosca in “Direzione Morabeza”.


La rassegna “Sentieri Mediterranei”, finanziata dal Poc Campania 2014-2020, taglia il traguardo della ventunesima edizione ed è promossa dal Comune di Summonte in collaborazione con “I Senzatempo”, presieduta da Luciano Moscati, Puck Teatrè, Irpinia Trekking, Per un pugno di dadi, associazione Dama e il Papavero. Stasera, intanto, alle 21, di scena per il Wine Jazz i ritmi mediterranei di Tony Esposito. Il concerto sarà preceduto, alle ore 19, dalle visite alla Torre Angioina, e alle ore 20 dal workshop “Eccellenze enogastronomiche del territorio”, con il Sindaco di Summonte Pasquale Giuditta, il Presidente del Consorzio Tutela dei Vini d’Irpinia Stefano Di Marzo, il giornalista e agronomo Italo Santangelo e l’archeologo Flavio Castaldo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares