Tempo di lettura 3 Minuti

TERAMO – Al novantesimo arriva la beffa per l’Avellino. Bombagi firma l’1-0 nel finale del “Bonolis”. Autore del gol che era stato ipnotizzato al 25’ l’attaccante del Teramo in occasione del calcio di rigore. Occasione buttata all’aria per l’Avellino che aveva tenuto bene il campo nonostante le tante defezione, ma soprattutto le invenzioni che il tecnico Ezio Capuano ha dovuto adottare in campo. Tecnico che non era in panchina in virtù della squalifica da scontare dopo il rosso rimediato domenica scorsa contro la Vibonese.
PRIMO TEMPO. All’annuncio delle formazioni diverse novità per l’Avellino. Dentro dal primo minuto Bertolo, con Laezza che schierato a centrocampo. Debutto dal primo minuto per Evangelista. In avanti Alfageme supportato da Micovschi. Nei primi dieci minuti di gare le due formazioni si studiano a vicenda senza creare occasioni pericolose per i rispettivi portieri. Al 20’ annullato il gol del vantaggio al Teramo per fuorigioco. Punizione di Bombagi a spiovere in area di rigore, Magnaghi, raccoglie palla ed insacca alle spalle di Tonti. Spiinge il Teramo al 26’ che ci prova direttamente da calcio d’angolo con Bombagi, ma Tonti ci mette i guantoni deviando la sfera nuovamente in corner. Alla mezz’ora di nuovo il Teramo in avanti con Bombagi che prova il pallonetto deviato in corner da Tonti. Veementi polemiche per il calcio d’angolo non assegnato. Al 39’ grande intesa tra Magnaghi e Bombagi, ma Tonti è costretto nuovamente agli straordinari. Al 44’ ci prova Parisi con una conclusione di destro. La sfera termina tra le braccia di Tomei. E’ l’ultima azione del primo tempo. Prima frazione di gioco che ha visto il Teramo sfiorare il vantaggio più volte rispetto all’Avellino.
SECONDO TEMPO. Cambio nella ripresa per l’Avellino con l’ingresso in campo di Rossetti per Evangelista. Al 3’ miracolo di Tonti sulla conclusione di Magnaghi pescato in area di rigore dopo lo spiovente di Bombagi direttamente su calcio di punizione. L’Avellino si affaccia in avanti al 7’ con la punizione di Micovschi dalla destra, ma Tomei compie un miracolo. Al 17’ ci prova il Teramo con Bombagi direttamente su calcio di punizione. La sfera scheggia la traversa della porta difesa da Tonti. Al 23’ super Tonti, che si salva sulla battuta al volo di Magnaghi, in anticipo su Morero. Al 25’ calcio di rigore per una trattenuta di Morero su Bombagi. Dagli undici metri va lo stesso giocatore del Teramo che si fa iptonizzare da Tonti. Al 32’ decisivo Tomei su calcio di punizione calciatori splendidamente da Di Paolantonio. Al 44’brivido in area biancoverde, Morero cicca la sfera, Illanes rischia l’autorete ma salva su Magnaghi. Sessanta secondi dopo arriva il gol Teramo. Bombagi segna su azione d’angolo, sotto porta. Stavolta Tonti non eccelle in uscita e resta bloccato nel traffico di giocatori in area piccola, perdendo di vista il pallone. Termina la gara dopo tre minuti di recupero. E’ già testa alla sfida di mercoledì contro il Catania.
IL MERCATO. Nella giornata di oggi dovrebbe raggiungere l’estremo difensore Dini. Classe ‘96 che arriverà in prestito dal Parma. Oggi comincerà una settimana che porterà in dote il giovane Rizzo prelevato dal Livorno con diritto di riscatto a favore dei lupi e controriscatto per i toscani. In arrivo anche il centrocampista Federico presente ieri sugli spalti del Bonolis. Resta sempre viva la pista che porta al ritorno in Irpinia di Evacuo In uscita c’è Petrucci per il quale si è mosso il Foggia, Albadoro che ha rispedito al mittente l’interesse del Gubbio e Pizzella verso la Nocerina. Sarà una settimana decisiva, dunque, tra mercato e campo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •