Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – E’ andata deserta l’audizione della
VII commissione del Consiglio regionale, presieduta da Gennaro
Oliviero, in relazione alle problematiche inerenti la filiera
bufalina.
«Sono mesi – si legge in una nota del consigliere regionale – che chiedo verifiche sullo stato di attuazione del piano
straordinario 2019/2020 per il controllo delle malattie
infettive della bufala mediterranea italiana in Regione
Campania, in particolare i dati aggiornati alla profilassi della
brucellosi e della tubercolosi degli allevamenti bufalini, oltre
ai costi affrontati per l’abbattimento dei capi infetti e i dati
relativi falsi positivi. Una audizione dove gli organi
competenti avrebbero dovuto fornire tali dati».
«Ma al tavolo istituzionale – prosegue la nota – questi
ultimi non si sono presentati. Resto perplesso dalla mancata
partecipazione degli Uffici regionali all’audizione convocata
circa la verifica sullo stato di attuazione del piano
straordinario per il controllo delle malattie infettive della
bufala italiana mediterranea. Il rigore nelle attività di
eradicazione delle malattie è necessario, altrettanto necessaria
è la trasparenza dell’azione amministrativa. La conoscenza dei
dati che, proprio perché sono tali, resta incontrovertibile e
base di analisi oltre che di discussione circa una attività
importante a tutela del tessuto produttivo della nostra
Regione».
«Sono sicuro – conclude – che l’assenza di oggi sarà
rapidamente colmata con il fornire tali dati agli organismi
istituzionali rappresentativi, permettendo che la trasparenza ed
il rispetto dei protocolli siano guida della pubblica
amministrazione».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •