X

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i Carabinieri della Compagnia di Marano di Napoli hanno dato esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli Nord, di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 46enne e degli arresti domiciliari nei confronti di due persone rispettivamente di anni 69 e 59, tutti residenti in Napoli, per furto in concorso aggravato. Le attività investigative, condotte dal personale della Sezione Operativa, hanno avuto inizio nell’anno 2017 in seguito a numerosi furti in danno di attività commerciali perpetrati con il cd metodo della spaccata.
Le indagini – svolte con I’ausilio delle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza, delle intercettazioni telefoniche nonché dei servizi di osservazione, controllo e pedinamento – hanno consentito di raccogliere gravi indizi nei confronti degli indagati che, secondo l’ipotesi accusatoria avvalorata dal GIP, dopo avere perpetrato i furti – commessi prevalentemente nelle ore notturne in danno di aziende operanti nei settori dell’abbigliamento e dei capi accessori, dell’ottica, della bigiotteria, della profumeria e cosmesi, nonché di una tabaccheria ove venivano asportati tabacchi, gratta e vinci oltre al denaro contante – avevano poi provveduto a reimmettere la merce sul mercato nazionale ricavando proventi per un valore complessivo di circa €. 100.000,00.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares