X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

I Carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia hanno arrestato due persone in due distinte operazioni di servizio.  I Carabinieri della Sezione Radiomobile di Castellammare di Stabia hanno tratto in arresto un 28enne per detenzione  di stupefacenti a fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, in sella al suo scooter nel centro cittadino di Gragnano, ha ignorato l’alt di una pattuglia dell’Arma e si è dato alla fuga. Ne è nato un inseguimento tra le vie cittadine che è terminato, dopo circa 10 minuti e aver percorso quasi 8 chilometri, nel comune di Santa Maria La Carità. Qui il conducente del mezzo, dopo aver tentato di disfarsi di un involucro in plastica contenente 6 dosi di cocaina, per un peso complessivo di 1,8 grammi, è stato bloccato dai Carabinieri.

Nel corso dell’arresto l’uomo, nel tentativo di darsi nuovamente alla fuga, ha urtato col proprio scooter contro l’auto di servizio, danneggiandola lievemente. Lo stupefacente è stato quindi recuperato e sequestrato mentre il fuggivo è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Nel pomeriggio di ieri, invece, a Castellammare di Stabia, i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno arrestato un 35enne per il reato di maltrattamenti in famiglia. Dopo due interventi effettuati nella notte e nella mattinata per delle liti in famiglia, l’uomo, che aveva minacciato i propri familiari conviventi anche con un’accetta, è stato sottoposto alla misura dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare.

Nel pomeriggio, in violazione della misura a cui era stato sottoposto, si è di nuovo presentato presso il domicilio dei genitori e qui è stato arrestato dai Carabinieri. L’uomo è stato associato presso la Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA