X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Napoli – Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. Questa la sentenza emessa dai giudici del tribunale di Napoli, sull’ex senatore Sergio De Gregorio per un episodio risalente al 2004.

De Gregorio fu accusato dalla Dda di sostituzione dei titoli con soldi di illecita provenienza, a seguito di ritrovamento di alcuni assegni, nel corso di una perquisizione della guardia di finanza, nell’abitazione di Rocco Cafiero, detto ‘o’ Capriariello’, considerato vicino al clan Nuvoletta.

Lo conferma l’avvocato di De Gregorio Carlo Fabbozzo.

L’ex senatore nel corso del processo si è difeso specificando come quegli assegni fossero relativi a una compravendita immobiliare, che però non fu mai portata a termine.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares