X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – Tre ferite sulla pancia ed entrambe le caviglie spezzate. Così è arrivata all’ospedale di Castellammare di Stabia Grazia Severino, la giovane che oggi avrebbe compiuto 24 anni, Grazia Severino, e che invece è morta poco dopo il suo arrivo al San Leonardo.

La ragazza era stata soccorsa poco prima a Pompei, in via Carlo Alberto I Traversa, dai sanitari del 118. Troppo gravi le ferite e le sue condizioni all’arrivo in ospedale: la ragazza è deceduta poco dopo.

Sono in corso indagini dei Carabinieri per far luce sull’accaduto.

La ragazza è caduta dal quarto piano dell’edificio ma non viveva in quello stabile. I carabinieri stanno cercando di capire perché si fosse recata in quel palazzo, quale fosse il suo stato d’animo.

Quella che inizialmente stava suscitando profondo orrore come una aggressione sessuale culminata nell’ennesimo femminicidio potrebbe rivelarsi una vicenda più complessa, cominciando dalla dinamica degli avvenimenti che si è conclusa con la caduta dal quarto piano. A chiamare aiuto è stato un residente nello stabile, che ha visto la ragazza sul selciato in fin di vita.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA