X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

La Regione Campania ha pubblicato il bando di concorso per 641 assunzioni a tempo indeterminato nei Centri per l’impiego regionali. Il bando è pubblicato sul Burc e prevede l’assunzione di 225 lavoratori laureati (categoria D) e 416 diplomati (categoria C). Nel dettaglio, la Regione mette a concorso 150 posti di «Funzionario policy regionali – Centri per l’impiego», 25 posti di «Funzionario Sistemi informativi e tecnologie», 50 posti di «Funzionario policy regionali – Mediatore per l’inserimento lavorativo dei disabili», 316 posti di «Istruttore policy regionali – Centri per l’impiego», 100 posti di «Istruttore Sistemi informativi e tecnologie». Le assunzioni nei centri per l’impiego erano state annunciate dal presidente della Regione Vincenzo De Luca all’inizio della polemica con il governo per i contratti ai navigator, poi sottoscritto da Anpal e non dalla Regione, per l’applicazione del reddito di cittadinanza.
«Oggi è un grande giorno, la Regione Campania si è svegliata questa mattina con 2 buone notizie: l’uscita da commissariamento della Sanità dopo 10 anni e la pubblicazione del bando per gli operatori dei centri per l’impiego, ben 641 Risorse Umane per il potenziamento strutturale a tempo indeterminato dei servizi pubblici al lavoro». Lo afferma l’assessore al lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri, commentando la pubblicazione sul Burc del lancio del concorso per i centri per l’impiego. «Siamo orgogliosi – sottolinea Palmeri – di aver inserito tra le figure professionali messe a bando quella del ” mediatore per l’inclusione lavorativo delle persone con disabilità. I centri per l’impiego in Campania sono regionali dallo scorso anno e da allora sotto un’unica governance vivono una motivazione e un coinvolgimento mai visto prima. Finalmente centrali nell’erogazione dei servizi pubblici, collaborano in rete con gli operatori privati per realizzare il vero matching. Oltre ai centri per l’impiego abbiamo creato, come unica regione d’Italia, gli Spazio lavoro, realizzati in distretti industriali, commerciali e logistici, che raccolgono le offerte di lavoro e le distribuiscono ai centri per l’impiego per reperire in tempo reale le professionalità richieste dal mercato. In Regione Campania grazie al governatore De Luca portiamo avanti con forza la stagione dei concorsi, per cambiare il volto della Pubblica Amministrazione e offrire ai cittadini servizi sempre più efficienti». Il concorso per l’assunzione di 641 addetti ai centri per l’impiego della Campania non sarà organizzato dal Formez. Lo si apprende da fonti della Regione Campania dopo la pubblicazione del varo del concorso sul Burc. I rapporti tra la Regione e il Formez si sono fatti tesi nelle ultime settimane a causa della polemica per le accuse della regione di ritardi nella pubblicazione dei risultati del corso-concorso della Regione per il turn over nella pubblica amministrazione dei Comuni campani. Il concorso arriva come applicazione in Campania della norma prevista nella Legge di Bilancio 2018 per le assunzioni di 4.000 nuovi addetti in tutti i centri per l’impiego d’Italia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares