X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – «La Campania aveva chiesto a ottobre di istituire con una scelta rigorosa una zona rossa per tutta l’Italia, avrebbe evitato divisioni tra territori e una tale confusione di decreti e controdecreti.

Se lo chiedete a me che cosa prevede l’ultimo dpcm non ve lo so dire. Mi sono stancato di inseguire decreti e sottodecreti». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo intervento al consiglio della Cisl.


«Serve una battaglia – ha detto il governatore campano – per difendere la Campania da una guerra politico-mediatica infame, messa in piedi con un sintomo di razzismo antinapoletano e antimeridionale latente ma che ha anche obiettivi di politica politicante. In più ci sono Regioni che comunicano al ministero un numero di terapie intensive rigonfiato, mentre la Campania comunica numeri precisi, abbiamo anche chiesto al ministero i numeri veri delle terapie intensive disponibili, nessuno ci ha risposto mai.

Non dico che noi viviamo in serenità, anche qui c’è il covid, ma non sono disponibile ad accettare strumentalizzazioni politiche, perché la zonizzazione si è ridotta a questo, alla diplomazia politicante».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares