X
<
>

Condividi:

Curva dei contagi sostanzialmente stabile in Campania con una leggera flessione tra ieri e oggi (tasso dei positivi al 10,5% a fronte dell’’11, 13% fatto registrare ieri). Dati alla mano, il bollettino dell’Unità di Crisi della Regione Campania dice che i positivi di ieri sono 2.560 (di cui 351 casi identificati da test antigenici rapidi). Gli asintomatici rilevati con tampone molecolare sono 2.024 e i sintomatici 185. I tamponi del giorno ammontano a 24.393 (di cui 4.521 antigenici).

Il totale dei positivi è 285.221 (di cui 8.405 antigenici). Il totale dei tamponi 3.091.099 (di cui 136.690 antigenici)I deceduti nelle ultime 24 ore sono 13. il totale dei; deceduti 4.464. I guariti sono 385. Il totale dei guariti ammonta a 191.162. I posti letto di terapia intensiva disponibili sono 656; quelli occupati 145. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160; quelli di degenza occupati: 1.396. Ma gli ospedali appaiono ormai al collasso.

All’ospedale «Scarlato» di Scafati (Salerno) dove da giorni si registrano code di ambulanze all’esterno sono arrivati i carabinieri. I militari del RepartoTerritoriale di Nocera Inferiore – come riportato da alcuni quotidiani e confermato da fonti investigative – al loro arrivo hanno trovato quattro mezzi di soccorso che attendevano con pazienti all’interno. Un equipaggio stava aspettando che si liberasse un posto da circa 24 ore.

Gli uomini dell’Arma, guidati dal tenente colonnello Rosario Di Gangi, hanno appurato che l’ospedale non riceveva per saturazione. In queste ore sono in corso ulteriori accertamenti per verificare come vengono assegnati gli interventi e se il tutto stia funzionando in maniera corretta. A Scafati negli ultimi giorni si sta vivendo una situazione definita insostenibile dagli stessi operatori sanitari. L’ospedale è saturo soprattutto a causa del grave aumento di contagi che ha interessato il territorio dell’Agro Nocerino Sarnese.

Intanto, mentre la Campania si appresta a diventare “rossa”, dal 6 marzo nei tre comuni di Castellammare di Stabia, Gragnano e Santa Maria la Carità sono in vigore nuove regole più restrittive: il coprifuoco è anticipato per tutti alle 20 mentre i giovani dai 14 ai 24 anni non potranno circolare già a partire dalle 18. Intanto, la polizia a Napoli ha identificato 204 persone sanzionandone 5 per non osservanza delle misure anticovid poiché prive di mascherina e perché non rispettavano il distanziamento sociale.

L’intervento dei poliziotti del Commissariato San Ferdinando è stato effettuato nell’ambito dei servizi di controllo del territorio nella zona dei “baretti” nel quartiere Chiaia e sul lungomare, in particolare in via Partenope. Ad Ischia dodici giovani – 8 maggiorenni e 4 minorenni – sono stati sorpresi dai carabinieri a festeggiare in un hotel con musica e buffet, il 18esimo compleanno di uno di loro. I militari sono intervenuti intorno alle 22.30 in un hotel di Forio a Ischia. I carabinieri hanno sanzionato tutti i presenti e anche il titolare della struttura, poi chiusa per 5 giorni.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA