X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI- Sono 19 in totale le città medie della Campania che rientrano nel Pics, i protocolli che rendono disponibili le risorse destinate alle città nell’ambito dei piani per lo sviluppo urbano sostenibile. Di queste, oggi hanno sottoscritto gli accordi di programma i sindaci dei Comuni di Acerra, Casalnuovo, Castellammare di Stabia, Scafati e Torre del Greco. In totale, attraverso i Pics, arriveranno nei Comuni di medie dimensioni circa 250 milioni. Per il Comune di Acerra, sono previsti poco più di 11,5 milioni di euro per interventi legati agli Itinerari turistici del centro storico attraverso interventi di valorizzazione del patrimonio culturale che riguardano il Centro storico, Centro culturale Mace, il Castello dei Conti, Le Madonelle (Ludoteca e Parco didattico per l’infanzia), il Palazzo dell’età, impianto destinato al nuoto con annesso campo polivalente ed aree a verde. A Torre del Greco, l’importo totale è di 13milioni e 126mila euro. I fondi sono destinati alla valorizzazione delle risorse locali, attraverso l’allestimento di un Polo delle eccellenze tradizionali, che verrà realizzato nell’area dell’exmercato ortofrutticolo, per dare impulso all’imprenditoria giovanile. Ulteriori interventi sono volti a supportare l’infanzia, i giovani ed i disabili: il recupero e la riqualificazione di Villa Guerra che ospiterà un asilo nido; l’allestimento del Museo Virtuale del corallo e del cammeo presso la struttura dell’ex-Orfanotrofio SS Trinità; la sperimentazione di un sistema di telemedicina in accordo con il Distretto Sanitario Locale; la riqualificazione dell’impianto sportivo Amerigo Liguori. Ammontano a 11 milioni le risorse destinate a Scafati. Il Pics punta a garantire l’inclusione delle fasce deboli, promuovendo il potenziamento e la qualificazione dei servizi socio-sanitari, attraverso la rifunzionalizzazione di un edificio dell’ex Manifattura per il servizio di rete consultoriale e la telemedicina, e dei servizi di assistenza territoriale, come il recupero del Centro Sociale, in località Mariconda. Sono previsti anche interventi per la valorizzazione del patrimonio storico culturale, attraverso interventi che riguardano la riqualificazione e la rifunzionalizzazione dell’ex Macello e il museo multimediale del Sarno sia all’adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici, attraverso la riqualificazione ecosostenibile della pubblica illuminazione. Per Castellammare di Stabia, i fondi previsti sono 12 milioni. Le operazioni inserite nel Pics riguardano la sistemazione del viale di accesso all’ex Casino Reale (Viale Ippocastani), il Museo civico, la realizzazione di una ludoteca presso l’ex Monastero e la realizzazione di un centro di aggregazione giovanile. Per Casalnuovo, le risorse previste sono circa 14,5 milioni di euro. Le operazioni puntano a una maggiore sostenibilità della città, con interventi di valorizzazione come «”Baby’s Garden» – Asilo Nido nell’area Ex Moneta -Servizi educativi e di istruzione per la prima infanzia», «Centro Sociale Anziani – Telemedicina e telesoccorso con stazionamento Taxi Sociale». Le prossime città che firmeranno per i Pics sono: Caserta, Pozzuoli, Portici, Benevento, Giugliano, Casoria, Afragola, Marano ed Ercolano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares