X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Il Consiglio comunale ha sospeso i lavori accogliendo la proposta del sindaco Luigi de Magistris, di lavorare a un documento unitario da sottoporre al Governo e all’Anci. La decisione è arrivata sul finire di una lunga seduta convocata per fare il punto sui provvedimenti e i programmi messi in campo dall’amministrazione comunale e sulle proposte delle forze politiche per contrastare gli effetti sanitari, sociali ed economici derivanti dall’emergenza coronavirus. Nel corso del dibattito numerosi sono stati gli interventi che hanno posto l’accento sulle luci e sulle ombre della gestione di queste prime settimane della Fase 2 e sulla necessità di mettere in atto iniziative per far si che la città esca quanto prima dall’emergenza socio economica causata dal lockdown imposto per fronteggiare il Covid- 19. Critiche sono state espresse dal consigliere del Pd, Federico Arienzo, rispetto «alla mancata realizzazione delle numerose proposte avanzate nelle commissioni in questi mesi di lockdown all’amministrazione e di cui ad oggi non c’è traccia. Avevamo l’opportunità di volare alto, di azzerare lo scontro politico e recuperare credibilità, mettendo fine alla mortificazione del ruolo che i consiglieri comunali rivestono». Da parte di Marco Gaudini (Verdi) sono stati evidenziati «ritardi nella programmazione della fase 2. I cittadini si aspettavano di trovare una città più pronta e invece mancano totalmente un piano di mobilità ordinaria e un piano di mobilità sostenibile ed è stata totalmente disattesa la richiesta di sospendere la ztl di piazza Dante» mentre è stato espresso apprezzamento per la possibilità di individuare nuovi spazi per decongestionare le aree più affollate anche in riferimento al tema della movida.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares