X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

«Un esercito di oltre mille candidati a sostegno di chi ha già fallito. Chi non è in grado di vincere con la forza delle idee e delle proposte mette in campo la forza dei numeri. A questa ammucchiata di massoni, figli e nipoti di boss, indagati per reati anche gravi, riciclati, ex tangentisti, facce da Prima Repubblica, esperti saltatori della quaglia, maestri della clientela scientifica e professionisti delle poltrone oppongo cinque anni di battaglie e risultati in Consiglio regionale, un progetto di valore per la nostra terra e una lista di candidati che portano con sé competenze e anni di impegno sui propri territori». Così la candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania, Valeria Ciarambino.


«Ai cittadini della Campania – aggiunge – dico di non fidarsi di chi ha già governato e fallito e di dare a noi l’opportunità di governare questa meravigliosa terra.
Mi rivolgo soprattutto agli indecisi o a coloro che pensano di non andare a votare, mi rivolgo a chi in passato ha già votato il M5S: non riconsegniamo la nostra Regione nelle mani di chi l’ha distrutta.


E a chi non ha le mani del tutto libere, perché nelle liste dei nostri avversari c’è un amico, uno zio o un cognato a cui non può negare la preferenza, votasse me come candidato presidente della Regione. Non serve il 51%, ma appena un voto più degli altri per vincere. E noi possiamo vincere, battere chi in dieci anni ha inanellato solo primati negativi per la Campania in ogni settore».


«Con me – sottolinea Ciarambino – vincerà il popolo delle persone oneste e di valore della Campania. Nei prossimi giorni presenterò in tutte le piazze la black list degli impresentabili in corsa per le regionali. I cittadini hanno il diritto di sapere chi sono coloro che rischiamo di ritrovarci nelle istituzioni».
Intanto, presentata la lista dei Moderati e liberali in Campania, saremo presenti in tutte le province a sostegno del presidente De Luca. Certi di portare un contributo al centro sinistra e a De Luca, i Moderati per la prima volta sbarcano fuori dai confini piemontesi. Un grande grazie al segretario regione della Campania, Vincenzo Variale, per l’impegno e la passione”. Lo afferma il leader dei Moderati Giacomo Portas.


E continua la polemica sulla gestione Covid: “De Luca non ha i poteri per chiudere i confini, vuole solo spaventare l’elettorato: usa la paura a fini elettorali. Sa che con il voto di opinione, e il voto libero, i suoi galoppini avranno un peso minore nelle urne. Genera paura perché non vuole una grande affluenza al voto”. Lo dichiara Stefano Caldoro, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Campania. “E’ un calcolo cinico – aggiunge Caldoro – da vecchio comunista. Ma ha sbagliato i conti. I campani sono stanchi. Chiudiamo lui, è la soluzione migliore”, conclude il candidato del centrodestra.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares