Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – Interventi per una maggiore efficienza nei settori dei trasporti, del turismo, della sanità. Questi alcuni dei temi posti da Confcommercio al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso di un incontro tenuto oggi a Napoli. L’associazione di categoria, che ha 20.000 imprese associate, le quali generano un indotto di oltre 400.000 addetti, ha incontrato De Luca alla presenza del commissario regionale Giacomo Errico, dei presidenti delle Confcommercio provinciali di Napoli, Caserta e Salerno Massimo Vernetti, Lucio Sindaco e Giuseppe Gagliano, e del direttore generale Pasquale Russo, che ha fatto una riflessione anche sul tema dell’autonomia differenziata. Per il settore del commercio è stata chiesta l’istituzione dei Distretti del Commercio, già operativi in alcune regioni italiane. I Distretti sono organismi costituiti dagli enti pubblici (Regione, Comuni, ecc.) e dalle associazioni di categoria per lavorare insieme allo sviluppo del territorio. Richiesta anche l’approvazione dell’emendamento al Testo Unico Commercio riguardante l’insediamento delle grandi strutture di vendita. che prevede l’obbligo, per chi intende aprire ipermercati e centri commerciali, di contribuire alla riqualificazione delle aree urbane vicine. Al centro del dibattito anche la definizione celere dei bandi di agevolazione per le imprese del commercio, la modifica della norma sui saldi, riportando in capo alla Regione il potere di regolamentazione. Su logistica e trasporti è stato chiesto di avviare una efficace politica di integrazione tra porti ed interpreti. Sulla sanità, il presidente di FediSalute Campania, Luigi Muto, ha rilevato che il fondo sanitario regionale non è stato incrementato da oltre un decennio, anzi, è stato ridotto. Secondo il presidente di Federalberghi Costanzo Iaccarino, infine, è urgente definire un Codice Regionale del Turismo, per disciplinare il sistema turismo in tutti i suoi aspetti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •