X

Tempo di lettura 2 Minuti

Napoli – Sulla scelta della data delle elezioni regionali il Governo ha assunto posizioni francamente irresponsabili”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ricordando che “la data delle elezioni la fissano le Regioni e non il Governo nazionale, ma il Governo – ha aggiunto De Luca – ha escluso due mesi fa, nel pieno dell’epidemia, che si facessero le elezioni prima di settembre. Nel frattempo in Italia abbiamo aperto tutto, i negozi, i centri commerciali, le palestre, le piscine. Diventa francamente ridicolo in queste condizioni impedire che si vada a votare da qui a due mesi, perché la proposta delle Regioni che devono andare a votare è votare l’ultima settimana di luglio, fra due mesi”.
De Luca ha sottolineato che “chi non vuole andare a votare sono le forze di opposizione: la Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e i Cinque Stelle, questo è quanto ci hanno comunicato dal Ministero dell’Interno. Hanno paura di andare a votare, vogliono perdere tempo”. Secondo De Luca “questa sarebbe una cosa irresponsabile perché votare il 27 settembre significa che i ballottaggi nei Comuni al voto avvengono a metà ottobre, quando avremmo l’epidemia influenzale e, ci auguriamo di no ma è prevedibile che ci sia, un ritorno di Covid, quindi avremo una situazione sanitaria complicatissima. Ma come si immagina di aprire l’anno scolastico a settembre con il voto? Si apre una settimana, poi si chiude di nuovo per le sanificazioni, poi votare, poi rifare le sanificazioni, cioè l’anno scolastico lo apriamo a ottobre. Come si fa ad essere così irresponsabili?”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares