X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – Il Movimento 5 Stelle dà il via alla campagna elettorale in vista delle Regionali campane del 20 e 21 settembre e lo fa presentando la propria candidata alla presidenza, Valeria Ciarambino, e la squadra composta dai 50 aspiranti al consiglio regionale divisi per le 5 circoscrizioni Di Napoli, Caserta, Salerno, Avellino e Benevento. Affiancata dal ministro all’Ambiente Sergio Costa, la capogruppo M5S uscente in consiglio regionale, nel teatro Sannazaro di via Chiaia a Napoli, ha annunciato un programma elettorale basato su tre punti: lavoro, casa e salute, poi ha fatto sfilare sul palco tutti i candidati pentastellati, citandone le competenze. Presenti anche i 4 candidati irpini, così introdotti dalla candidata governatrice. Si parte da Carmen Bochicchio, 43 anni, irpina doc, giornalista professionista, laureata in Giurisprudenza, iscritta al Movimento 5 Stelle dal 2012.

Tocca poi all’ex sindaco di Avellino Vincenzo Ciampi, avvocato, funzionario tributario presso l’Agenzia delle Entrate. Con lui la prima giunta M5S di un capoluogo nel Sud. Attivista da un decennio, già candidato alle Regionali del 2015. Prova la scalata a Palazzo Santa Lucia anche l’ex assessore M5S Maura Sarno, imprenditrice laureata in giurisprudenza. Gestisce la sua azienda ed esporta in 15 paesi in Europa e nel mondo.

Presidente per 2 mandati di un Consorzio per l’internazionalizzazione di vini Irpini d’eccellenza e la promozione del made in Italy. Infine Generoso Testa, 56 anni di Avellino: si occupa della tutela sindacale a favore degli agenti di commercio, difensore dei diritti del cittadino con un’associazione consumatori da lui rappresentata in Irpinia, è tra i promotori delle attività del Meetup locale dal 2007.

“Sfido gli altri ad avere le stesse competenze che possiamo vantare nelle nostre liste- dice dal palco la Ciarambino, che poi sul tema delle alleanze non ha escluso possibili sviluppi: «Dire che andiamo da soli non mi piace, io sento che al nostro fianco ci sono tantissimi cittadini e punto ad allargare questa alleanza con i cittadini. In questo momento c’è la lista del Movimento 5 Stelle anche se siamo stati contattati da tante realtà che ci dicono che ci appoggeranno. Non dico di alleanze, non credo ci saranno alleanze, ma ci saranno tante realtà di cui faremo i nomi solo dopo che ci saremo incontrati che non si riconoscono nel centrodestra o nel centrosinistra e che sceglieranno di appoggiare il Movimento 5 stelle». Poi le bordate agli sfidanti: De Luca e Caldoro sono stati chiamati in causa dalla candidata grillina come “ i Vanna Marchi in versione maschile della politica, persone che hanno avuto già l’opportunità di governare questa terra, che non hanno risollevato di un millimetro dal baratro questa regione, siamo ultimi nei servizi essenziali in tutte le classifiche europee e oggi continuano a spararla grossa”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares