Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI- Dopo il “Ritratto d’uomo”, di Antonello da Messina da Torino, l’”Arlecchino con specchio”, di Pablo Picasso da Madrid, “I Musici di Caravaggio”, da New York e “La Scapiliata”, di Leonardo da Vinci da Parma, apertura straordinaria e gratuita per Le Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos Stigliano, in via Toledo a Napoli, il 15 agosto dalle 10 alle 20, è possibile ammirare un dipinto di trascinante intensità proveniente dal Museo Milano, il “Compianto sul Cristo morto di Sandro Botticelli”. L’arrivo di questo straordinario capolavoro segna la nona edizione della rassegna “L’Ospite illustre”, cominciata il 22 giugno e chiuderà il 29 settembre. Il Compianto sul Cristo morto, raffigura con straordinaria partecipazione emotiva il momento in cui Gesù, dopo essere stato staccato dalla croce sul Golgota, sta per essere deposto nel sepolcro: il suo corpo esanime è in primo piano, in grembo alla madre che, sopraffatta dal dolore, è svenuta e viene sorretta da San Giovanni Evangelista, mentre Maria Maddalena abbraccia con trasporto i piedi piagati. Giuseppe si trova al vertice della composizione piramidale e mostra al cielo i simboli della Passione: la corona di spine e i tre chiodi tolti dalla croce e dal corpo di Cristo. Un’opera di grande bellezza, realizzata durante la tarda attività del Botticelli, venne identificato per la prima volta nel 1568 da Giorgio Vasari su un altare nella chiesa di Santa Maria Maggiore a Firenze. Fu acquistata nel 1879 da Gian Giacomo Poldi Pezzoli, il nobile collezionista fondatore della casa-museo milanese.
Daniela Apuzza

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •