Tempo di lettura < 1 minuto

Milik ancora a segno. Un bellissimo gol su punizione e il Napoli espugna Cagliari. Eppure sembrava una gara maledetta soprattutto visto che il Napoli era stato intraprendente ed arrembante nel secondo tempo. Anche una traversa ci si mette contro Milik e impedisce agli azzurri di andare in gol. La partita a Cagliari finisce 0-1, la Juventus è a 8 lunghezze. Nel secondo tempo il Napoli si è avvicinato più volte al gol.
    Numerose le occasioni, alimentate anche dall’ingresso di Mertens e Insigne, tenuti prima in panchina. Difficile citarle tutte.
    Fabian si mette in evidenza con una grande giocata ma Milik è anticipato in area. Poco dopo, in successione, ancora azioni pericolose con Fabian e Milik che non riescono a buttare la palla dentro. Ci prova senza risultato Zielinski.
    Nel primo tempo, dopo un flebile tentativo di Ounas, con tiro flebile bloccato da Cragno, all’11’ è Ospina a fare un miracolo su Faragò. Il Napoli si spinge con un’azione combinata Fabian-Ounas ma il pallone si perde in area.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA