X

Tempo di lettura < 1 minuto

Non ce l’ha fatta Raffaele Palestro a vincere la sua battaglia contro il coronavirus.
Il luogotenente dei Carabinieri – residente a Cava de’ Tirreni – è morto ieri sera al Vecchio Policlinico di Napoli dove era ricoverato dal primo aprile. Palestro, 52 anni, era un carabiniere in servizio presso il Nucleo investigativo di Salerno. Era stato trasferito dal Secondo Policlinico di Napoli dove era ricoverato dallo scorso 17 marzo,  al Vecchio Pellegrini dopo aver scoperto di essere positivo al tampone. Palestro è deceduto a seguito di complicazioni respiratorie e renali.
«Anche la nostra città, come tutta la nostra amata Patria, sta pagando il suo prezzo a questo perfido nemico – ha detto il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli – Esprimo il mio personale cordoglio, in uno a quello della intera comunità cavese, alla famiglia del luogotenente dei carabinieri, Raffaele Palestra, per la perdita del loro caro ammalatosi di Covid 19. Anche per onorare i nostri morti dovremo essere più forti e determinati nella lotta» – ha concluso il sindaco.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares