Tempo di lettura < 1 minuto

Una donna di 30 anni è morta questa mattina all’Università di Salerno. Tutto lascia pensare che si sia lanciata dal parcheggio multipiano del Campus di Fisciano. La donna, di origini cilentane, è precipitata da circa 15 metri di altezza. Pur essendo ufficialmente iscritta alla facoltà di Medicina, non frequentava l’università da diversi anni.
Gli agenti del posto di Polizia dell’Università, intervenuti con i Carabinieri della compagnia di Mercato San Severino stanno cercando di risalire alle ragioni del gesto.
Già in passato a Fisciano erano avvenuti episodi analoghi. A dicembre 2017 un 21 enne si uccise lanciandosi dallo stesso parcheggio. Pochi mesi prima un 19enne si suicidò gettandosi dalle scale della biblioteca scientifica.

«È una perdita tragica, tutta la nostra comunità esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia, agli amici, ai colleghi che in questi anni l’hanno conosciuta». Così il rettore dell’Università di Salerno,
Vincenzo Loia in merito alla tragedia avvenuta questa mattina al campus di Fisciano dove una 30enne si è tolta la vita lanciandosi dall’ultimo livello del parcheggio multipiano. Lunedì alla ripresa delle attività e in occasione delle riunioni del Senato accademico e del consiglio di amministrazione, sarà osservato un minuto di raccoglimento in memoria della 30enne.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •