X
<
>

Acciaio

Condividi:

Il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis, il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai e il segretario al commercio degli Stati Uniti Gina M. Raimondo hanno annunciato oggi l’inizio di discussioni per affrontare il tema della capacità globale in eccesso di acciaio e alluminio.

Per favorire il dialogo tra le due sponde dell’Atlantico, l’Unione europea eviterà di aumentare i dazi già imposti sui prodotti americani in risposta a quelli a stelle e strisce su acciaio e alluminio europei del 2018.

Non si tratta della sospensione reciproca delle tariffe, a più riprese chiesta dall’Ue, ma l’iniziativa segue un accordo tra Bruxelles e Washington per trovare una soluzione condivisa al problema della sovraccapacità di acciaio su scala globale.

Nel 2018 l’ex presidente americano Donald Trump aveva deciso di applicare dazi su acciaio e alluminio provenienti da Europa e Asia. L’Ue aveva reagito con tariffe del 25% in più su un elenco di prodotti americani, come motociclette, capi di vestiario e bourbon, e il 1 giugno avrebbe dovuto raddoppiarle.

Oggi il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis, il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai e il segretario al commercio degli Stati Uniti Gina M. Raimondo hanno annunciato l’inizio delle discussioni per trovare soluzioni sul problema della capacità globale di acciaio e alluminio.

In particolare – riferisce una dichiarazione congiunta -, Usa e Ue «hanno convenuto che, poiché gli Stati Uniti e gli Stati membri dell’Ue sono alleati e partner, condividono interessi di sicurezza nazionale simili a quelli delle economie democratiche e di mercato, possono collaborare per promuovere standard elevati, affrontare le preoccupazioni condivise e responsabilizzare paesi come la Cina, che sostengono politiche distorsive del commercio».

L’obiettivo dichiarato, dunque, è trovare soluzioni, entro la fine dell’anno, che dimostrino come gli Stati Uniti e l’UE possano affrontare l’eccesso di capacità, garantire la redditività a lungo termine delle rispettive industrie dell’acciaio e dell’alluminio e rafforzare l’alleanza tra le due potenze.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA