X
<
>

Nicola Morra

Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – «Il Movimento è nato con certi valori e deve tornare a essere una forza politica a difesa di quei valori. Mi sono innamorato del Movimento perché oltre a farmi sognare era nato per difendere i deboli. Se tornerà a essere questo, e io mi batterò perché avvenga, bene, altrimenti significa che anche questa esperienza politica sfiorirà avendo delusi tantissimi e scomparirà».

Così Nicola Morra, senatore M5S e presidente della Commissione Antimafia, in un video postato su Facebook.

«Facciamo sì che, costruendo una squadra, si possa evitare l’ulteriore deriva del Movimento. Pensiamo con la nostra testa, non inseguiamo falsi miti. Questo è il Movimento, nelle ultime settimane, negli ultimi mesi, capace di “o Conte o morte”, poi dopo “mai Draghi” e poi dopo “governo Draghi”», aggiunge.

«Il Movimento o torna a essere Movimento o sparirà. Ci sarà a breve l’elezione dell’organo collegiale, si spera, e vediamo di capire se si possa cambiare questa direzione di marcia. Altrimenti non possiamo far altro che evaporare e sparire. Dobbiamo tornare tutti in massa in trincea, nessuno escluso», conclude Morra.

In collaborazione con Italpress


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares