X
<
>

Una discoteca

Tempo di lettura < 1 minuto

Una gara senza fine quella tra il cretino di sinistra e l’imbecille di destra, ed è sempre riflesso condizionato. All’imbecille di destra è sufficiente un magrebino per dare di matto ma con la consapevolezza di esserlo, buzzurro. Il cretino di sinistra, invece, la butta in etica e pedagogia sociale. Tutta questa guerra alle discoteche, per dire, è il perfetto pretesto per prendersela con Flavio Briatore e sentirsi superiore. Ed è, mutatis mutandis, una variante dell’invidia del pene. Per confermarsi – senza una Elisabetta Gregoraci, una Maria Ludovica Campana o una Naomi Campbell – nemici della gioia di vivere.

  •  
  • 44
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares