X
<
>

Roberto Maroni

Tempo di lettura < 1 minuto

Tic-tac, tic-tac. Inesorabile è il meccanismo. E dopo sette anni dall’arresto dell’ex politico Nicola Cosentino (e tre anni di carcere, giusto per gradire) non si può perdere di vista la sua assoluzione. Qualcosa (tic-tac) significa. Ora che anche Matteo Salvini entra, per dirla con Paolo Mieli, nell’albo d’oro “dei leader politici transiti per le aule giudiziarie” non si può che ascoltare il tic-tac. E manco tempo che Roberto Maroni accarezza l’idea di candidarsi a Milano col centrodestra ecco che –pum-pum! – anzi, tic-tac, inesorabile arriva la rognetta giudiziaria.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares