X
<
>

Condividi
Tempo di lettura 2 Minuti

ROMA – Torna sopra i 20mila nuovi casi individuati il dato del bollettino nazionale sulla diffusione del Coronavirus in Italia.

Per la precisione sono 21.994 i nuovi casi di covid-19 in Italia confermati nelle ultime 24 ore, rispetto ai 17.012 casi fatti registrare ieri.

In particolare, nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 174.398 tamponi (dall’inizio della pandemia il totale è di 14.953.086), contro i 124.686 di ieri che hanno portato a scoprire 21.994 nuovi casi positivi portando il totale dall’inizio della Pandemia a 564.778.

Dall’inizio della pandemia sono stati testati 9.075.818 soggetti mentre nell’ultimo giorno i casi testati sono stati 106.346.

Sale anche il numero delle vittime che torna sopra quota 200 (per la precisione 221) portando il totale dei decessi dall’inizio della pandemia a 37.700.

Il totale degli attualmente positivi in Italia è di si attesta a 255.090 (18.406 in più rispetto a ieri). Di questi 239.724 risultano in isolamento domiciliare, mentre il numero di ricoverati sale a 13.955 (958 in più rispetto a ieri), in terapia intensiva invece ora ci sono 1.411 persone (127 persone in più nelle ultime 24ore).

A livello regionale, maglia nera alla Lombardia con 5.035 nuovi casi, seguita da Campania con 2.761, Piemonte 2.458, Lazio 1.993, Toscana 1.823. La regione con meno nuovi casi è la Valle d’Aosta con 57, seguono Molise con 66 e Basilicata con 77.

Dal punto di vista dei ricoveri, è sempre la Lombardia a soffrire di più con 2.715 persone prese in carico dagli ospedali per Covid, seguita da Piemonte (2.016) e Lazio (1.632). A livello di terapie intensive, in numeri più aalti si registrano in Lombardia (271), Lazio (166) e Campania (140).


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA