X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come partecipare all’iniziativa

La Regione Calabria ha approvato l’avviso per selezionare soggetti in grado di erogare percorsi formativi mirati al reinserimento di giovani tra 15 e 18 anni.

L’intervento si colloca all’interno della strategia regionale di sviluppo dell’occupazione giovanile e intende reinserire i giovani di età inferiore a 19 anni – privi di qualifica o diploma – che hanno abbandonato un percorso formativo, in percorsi di istruzione professionale, allo scopo di consolidare le conoscenze di base e favorire il successivo inserimento nel mondo del lavoro e nella società.

La Regione, peraltro, ha investito una quota rilevante di risorse puntando alla costruzione di un’offerta il più possibile mirata ai bisogni dei destinatari, nel rispetto dei fabbisogni espressi dalle imprese calabresi. L’avviso, in particolare, intende acquisire la disponibilità degli organismi in possesso di accreditamento.

La dotazione finanziaria

Le risorse destinate a finanziare l’intervento ammontano complessivamente 8.706.256,80 euro di cui 2.623.784 euro per l’Asse 1 e 6.082.472,80 euro per l’Asse 2. I fondi stanziati consentono il finanziamento di 251 percorsi per i giovani rientranti nell’Asse 1 e 582 percorsi per quelli che sono inseriti nell’Asse 2.

Le figure professionali

I soggetti proponenti possono presentare proposte progettuali per la realizzazione di percorsi formativi per il conseguimento delle seguenti qualifiche professionali:
1) operatore di benessere con indirizzo acconciatore o trattamento estetico;
2) informatico e grafico;
3) operatore di segreteria;
4) servizio di sala e di bar nella ristorazione;
5) elettricista e idraulico;
6) montaggio e manutenzione delle imbarcazioni da diporto e meccanico.

I destinatari dell’intervento

I soggetti destinatari degli interventi devono possedere i seguenti requisiti.
a) cittadinanza italiana, di uno Stato Ue o extracomunitario con permesso di soggiorno;
b) età compresa tra 15 e 18 anni;
c) possesso del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione;
d) essere residenti nel territorio regionale ed essere disoccupato;
e) non frequentare un regolare corso di studi, avere il patto di servizio in corso di validità e non essere inseriti in percorsi di tirocinio.
Per i candidati dell’Asse 1 è prevista anche l’iscrizione al programma garanzia giovani.

Caratteristiche dei percorsi e durata

I progetti devono avere una durata biennale. Il soggetto attuatore è tenuto a dare avvio effettivo alle attività progettuali entro 30 giorni dalla stipula della convenzione.
I percorsi devono garantire l’acquisizione dei saperi, delle competenze di base e di quelle tecnico-professionali. Inoltre devono prevedere attività di stage, attività formative individuali e laboratori di recupero.

Nella programmazione degli stage dovranno essere ben definiti gli obiettivi, i ruoli e le funzioni assegnate ai soggetti partecipanti. La durata complessiva di ciascun percorso è di 2 mila ore e l’attività deve essere progettata per una classe di minimo 8 allievi e massimo 15.

Importo del finanziamento

L’importo massimo finanziabile per ciascun progetto è pari a 156.568 euro, considerando una classe di 15 allievi. In ogni caso il contributo sarà concesso sulla base del numero effettivo di allievi.

I soggetti proponenti

Possono presentare la candidatura con proposte di formazione finalizzate alla costituzione del Catalogo formativo gli organismi formativi accreditati ai sensi del regolamento regionale, in forma singola o in forma aggregata. Le attività presentate devono essere realizzate presso le sedi accreditate che si trovano sul territorio calabrese.

Presentazione delle domande

I soggetti proponenti possono presentare la propria candidatura a far data dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul Burc e, comunque, entro non oltre il trentesimo giorno dal termine iniziale di presentazione. Le istanze saranno raggruppate in blocchi secondo l’ordine cronologico e assegnate formalmente, con cadenza quindicinale.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares