X
<
>

La sede centrale dell'Inail

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come partecipare all’iniziativa

L’Inail ha pubblicato l’avviso per il finanziamento di interventi informativi finalizzati allo sviluppo dell’azione di prevenzione in ambito nazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro. L’iniziativa è diretta a realizzare interventi informativi predisposti secondo preordinati programmi, con particolare riguardo alle azioni di sensibilizzazione sui rischi infortunistici di tipo complesso e trasversale nei settori produttivi in cui risultano maggiormente presenti.

Le risorse finanziarie

L’entità delle risorse ammonta complessivamente a 4 milioni di euro. La selezione delle proposte progettuali ammissibili sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, fino a esaurimento delle risorse disponibili.

I destinatari della formazione

I destinatari delle attività di formazione oggetto dell’avviso sono:
a) lavoratori;
b) datori di lavoro, dirigenti e preposti;
c) rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls, Rlst);
d) responsabili e addetti del servizio di prevenzione e protezione (Rspp e Aspp);
e) medici competenti.

I soggetti proponenti

Possono presentare domanda i seguenti soggetti proponenti:
1) organizzazioni nazionali dei datori di lavoro e dei lavoratori più rappresentative sul piano nazionale anche per il tramite delle società di servizi controllate;
2) organismi paritetici;
3) enti di patronato nazionali;
4) enti di patronato costituiti dalle confederazioni e associazioni operanti esclusivamente nelle province autonome di Trento e di Bolzano.
I proponenti possono partecipare all’avviso in forma singola o aggregata.

I requisiti di ammissibilità

I soggetti proponenti, a pena di esclusione, devono essere in regola con gli obblighi assicurativi e contributivi (Durc). Eventuali irregolarità contributive, sopraggiunte successivamente alla concessione del contributo, potranno essere compensate in fase di erogazione del finanziamento, Devono altresì essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria né sottoposti a procedure concorsuali. Infine il legale rappresentante non deve avere riportato condanne penali.

I progetti finanziabili

L’avviso finanzia interventi informativi, da realizzare attraverso una metodologia modulare, con l’obiettivo di sviluppare la capacità di analisi e soluzione di situazioni o problemi più o meno complessi su tematiche relative alla sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento agli aspetti legati all’individuazione, valutazione e controllo dei rischi, riferiti a specifiche aree tematiche e ambiti lavorativi selezionati.

I progetti potranno prevedere attività informative attuate attraverso modalità in presenza o in videoconferenza.

Saranno finanziati progetti composti da un insieme di singole iniziative regionali, ciascuna destinata a un numero di partecipanti non inferiore a 50. Le iniziative, che possono essere diverse tra di loro a livello regionale, dovranno essere sviluppate in almeno 6 Regioni: 2 o più iniziative diverse nella stessa Regione vengono calcolate come copertura di una sola Regione sulle 6 previste. Il vincolo delle 6 Regioni non è applicato per i progetti presentati dai patronati operanti nelle province autonome di Trento e di Bolzano.

Importo del finanziamento

Ai beneficiari è riconosciuto un contributo di importo predeterminato, variabile in funzione del numero dei partecipanti e delle ore di corso effettuate. L’importo, nel caso di iniziative in presenza, è di 20 euro l’ora per partecipante, mentre per i corsi in videoconferenza la somma scende a 15 euro. Gli interessati possono presentate progetti di importo compreso tra un minimo di 18 mila euro e un massimo di 500 mila euro.

Presentazione delle istanze e scadenza

Le domande devono essere inoltrate per via telematica attraverso l’apposito servizio disponibile sul portale dell’ente. Entro il 30 aprile 2021 sarà pubblicata la data di apertura e chiusura della procedura informatica. La pubblicazione sul portale istituzionale costituisce a tutti gli effetti formale comunicazione dei termini.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. 
Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. 
Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares