X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Cosa prevede l’avviso e come ottenere gli aiuti comunali

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso per la selezione e il finanziamento di programmi di produzione teatrale. L’amministrazione, in particolare, al fine di favorire un’equilibrata promozione del teatro e la formazione del pubblico sul territorio regionale, intende sostenere l’attività delle compagnie di produzione operanti nel territorio della Regione e migliorare l’indice di domanda nelle aree di attrazione culturale di rilevanza strategica.

L’obiettivo della misura

L’iniziativa, tenuto conto delle misure a oggi adottate dal Governo e dall’amministrazione regionale per fronteggiare l’emergenza sanitaria, è finalizzata a favorire un’articolazione e programmazione delle attività con modalità innovative e compatibili con tali misure.

A questo proposito saranno riconosciuti costi per interventi di carattere non strutturale volti al miglioramento degli spazi e delle condizioni in cui si svolgono le attività al fine di garantire la sicurezza sanitaria dei luoghi stessi per artisti, operatori e pubblico, nonché i costi connessi al ricorso a modalità innovative di progettualità e fruizione tramite tecnologie digitali, utilizzando differenti canali multimediali, web, streaming e canali social.

I soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda i soggetti iscritti alla sezione produzione del Registro regionale del teatro.

I richiedenti, in particolare, devono:

  1. non aver commesso violazioni gravi relativamente al pagamento delle imposte o dei contributi previdenziali ed essere in regola con la normativa antimafia;
  2. possedere la capacità operativa ed economico-finanziaria;
  3. avere sede operativa o unità produttiva locale nel territorio calabrese;
  4. non avere riportato condanne penali e non essere in stato di difficoltà.

Dotazione finanziaria e contributi

I fondi a disposizione per l’intervento ammontano complessivamente a 1.2 milioni di euro. Il beneficio è concesso nella forma di contributo a fondo perduto e l’intensità dell’aiuto non può eccedere il 60% delle spese ammissibili.

Interventi finanziabili e durata

Il programma di produzione teatrale si deve caratterizzare per essere un progetto che abbia particolare attenzione alla nuova drammaturgia contemporanea italiana e che al contempo si caratterizzi per il rinnovamento del linguaggio teatrale e l’attenzione al recupero del patrimonio culturale e dell’identità regionale.

Gli interventi inoltre devono essere realizzati in spazi teatrali adeguati e dovranno prevedere il servizio di biglietteria e di sala, i servizi tecnici di palcoscenico e i servizi amministrativi relativi alle attività culturali e di spettacolo organizzate nello spazio in gestione.

L’avvio del programma di produzione non può avere avuto luogo prima del 1° gennaio 2021 e non deve essersi concluso prima della presentazione della domanda. Le spese sono ammissibili dalla data di inizio del progetto e comunque non antecedenti al 1° gennaio 2021.

Le attività previste dovranno concludersi entro il 31 marzo 2022 ed entro 60 giorni dalla conclusione delle attività tutte le spese ammissibili devono essere state sostenute.

Le spese ammissibili

Le spese ammesse a contributo sono:

  1. impianti audio e luci e per la realizzazione di costumi e scenografie;
  2. attrezzature e ausili tecnici;
  3. noleggio di materiali e forniture con attinenza diretta al progetto, costi di personale artistico e specialistico, spese di viaggio e soggiorno degli artisti e degli specialisti, i costi per l’accesso a opere protette dal diritto d’autore;
  4. servizi di consulenza e di progettazione della stagione teatrale, nel limite massimo del 20% rispetto ai costi totali;
  5. pubblicità e comunicazione;
  6. misure di contenimento connesse all’emergenza sanitaria.

Il totale dei costi ammissibili non può eccedere l’importo di 500 mila euro per progetto.

Presentazione delle istanze e scadenza

Le domande, compilate secondo il modulo allegato all’avviso, devono essere inoltrate a mezzo pec all’indirizzo [email protected]

La documentazione deve essere inviata in formato pdf, per un massimo di 100 megabyte.

La scadenza è fissata per le ore 12 del 15 settembre 2021.


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA