X
<
>

Sofia Goggia

Condividi:

VAL D’ISERE (FRANCIA) – Sofia Goggia non smette più di stupire e inanella la terza vittoria su altrettante gare stagionali in discesa libera (la settima consecutiva nella specialità).

Lo fa in Val d’Isere, spaventata solamente dalla prova dell’americana Breezy Johnson, staccata di 27 centesimi. Per la bergamasca si tratta del quindicesimo successo in Coppa del Mondo che la proietta al comando della classifica generale: superata Mikaela Shiffrin, assente oggi, e staccata in maniera importante Lara Gut-Behrami, alle prese con il Covid.

Il momento magico dell’azzurra continua dopo la tripletta di Lake Louise: «Una gara diversa dalle altre che sapevo sarebbe stata ostica, perché ci sono 40 secondi di piano, e quando scio sotto i 100 km/h faccio un po’ fatica. Superato quel momento mi sono detta che avrei potuto fare una grande gara. Non ho sciato forse benissimo, ma ci ho messo un cuore enorme cercando sempre di spingere le curve e mantenere le consegne che mi avevano dato i miei allenatori in partenza. Ho vinto la gara per la voglia di portarla giù e con tanto coraggio».

L’unica a tenerle testa in certi punti della pista è appunto l’americana Johnson in un podio completato dall’austriaca Mirjam Puchner. La squadra tricolore piazza altre due atlete nelle prime dieci posizioni: si tratta di Nadia Delago (ottava a +1″45) e Elena Curtoni (nona a 1″52) che mettono in cascina punti importanti per la graduatoria.

Diverso il discorso per Federica Brignone, la quale avrà sicuramente più chance nel Super-G di domani: la valdostana è leggermente più staccata rispetto alle connazionali, in 11esima piazza. Francesca Marsaglia e Marta Bassino vanno a punti in una prestazione non priva di sbavature e risultano rispettivamente in 18esima e 22esima posizione. Nicol Delago, uscita di pista senza conseguenze fisiche, e Roberta Melesi (35esima) sono le uniche a non centrare la top-30. Il weekend al femminile di Val d’Isere va in archivio domani con il supergigante.

In collaborazione con Italpress


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA